D. Cara - L'impertinenza del presente

Domenico Cara, nato in Calabria, vive da molti anni a Milano. Autore di innumerevoli libri di saggistica, di poesia e d’aforismi. Ha diretto riviste di letteratura e d’arte. Ha organizzato esposizioni d’arte in varie città d’Europa, e ha fatto parte della giuria internazionale del premio Joan Mirò a Barcellona (Spagna).
Nei primi anni Sessanta ha fondato a Venezia il Gruppo “Dialettica delle tendenze”, come occasione provocatoria contro alcune alterità affiorate dal mito dell’Informale, e proposte in orizzonte di progressione oltre la logica, a intrinseco divenire di assoluto stile creativo. Ha esposto libri-oggetto e immagini mail-art in Italia, Germania, Stati Uniti d’America.  
In questa nuova raccolta poetica, Domenico Cara spazia nell’immensità dei sentimenti, nella descrizione di effetti naturali, e in essi si avverte la partecipazione attiva del narrante, sia nel rapporto con l’altro sia nella lettura dell’essere attraverso la sua fisicità. Sentimenti e visioni forti, nelle cui descrizioni però riesce a mantenere un raffinato umorismo, soprattutto nelle situazioni più delicate della vita.