L. Marraffa - I delfini gridano più forte

I sentimenti, le sensazioni, i brividi dell’anima si ricoprono del vestito verbale e le parole esplodono nuove nella lettura per trasferire immagini e sentimenti nell’animo del lettore che così, in rapporto con la  sua sensibilità e con il suo bagaglio culturale, ricrea il suo nuovo mondo poetico.
L’interiorità del poeta si espande sino a far rivivere nell’intimità del lettore una nuova esplosione creativa. Nasce un rapporto interiore scosso dal segno che sulla carta fissa il concetto astratto della propria concretezza che nella lettura ricreatrice il lettore riconcretizza.
Nella poesia di Luciano Marraffa i sentimenti corrono su un’ampia scacchiera, a volta similari, a volte in armonia, a volte contrastanti, sino a vibrare d’amore e di odio, di felicità e di dolore, di solidarietà e d’invidia, di presente e d’infinito.
Un rapporto delicato o forte, dolce o violento in una cornice di realtà contemporanea.