A Piedi o in Bici, progettiamo sicurezza

La bicicletta bianca legata all'angolo di strada

Talvolta, capita di vedere una “bicicletta bianca” legata a qualche angolo di strada, magari adornata da qualche fiore. È un segno, lì è rimasto ucciso un ciclista: il signor Ennio in via San Giusto, il signor Enrico in piazza Belfanti, il piccolo Giacomo in via Solari e l’elenco potrebbe continuare. Ma, allora, si può andare in bicicletta nei quartieri di Milano - dove si muovono i più piccoli e i più anziani - senza rischiare di non tornare a casa?
A piedi o in bici - Poi, vengono redatti anche impegnativi PUMS-Piano Urbano della Mobilità Sostenibile e Progetto Stars per promuovere l'uso della bicicletta nel tragitto casa-scuola. Però, come evidenziato, si rifanno marciapiedi o strade con ampi parterre, dove potrebbero starci comodamente delle piste ciclabili “leggere”, ma non vengono previste o, viceversa, si fanno lungo vie che creano solo problemi. Il tutto anche continuando a mantenere una certa irregolare promiscuità ciclisti-pedoni, non raramente motivo di scontro.
Allora, si parla molto di partecipazione: ma è possibile una “progettazione partecipata”, a partire da chi è sul campo, e non fatta a tavolino, con regole accettate e rispettate e benefici condivisi?
Ciò, valorizzando le varie energie presenti sul territorio, nei quartieri (associazioni, scuole, ma anche i Municipi) affinché - per questo, come per altri temi - chi abita e vive la città sia anche portato a farsene carico, ad arricchirla contribuendo con le proprie capacità.
In biblioteca - Anche alla luce di ciò, Sabato 10 febbraio, ore 10.30 (Biblioteca Harar-
Via Albenga 2), il Centro studi Con Milano Ovest promuove l’appuntamento “A Piedi o in Bici, progettiamo sicurezza”; intervengono Agostino Fornaroli (Segretario nazionale dell’UTP-Utenti Trasporto Pubblico), Guia Biscàro (Presidente FIAB Milano Ciclobby), Mario Schiavoni (già Presidente CamminaMilano), Walter Cherubini (Direttore Centro studi ConMilanoOvest-CPM).
Affrontiamo il tema a partire dal libro "A piedi o in bici con le amiche e con gli amici - Come progettare e realizzare la mobilità sostenibile” e con la presentazione del Progetto “Ciclabilità di Quartiere”, promosso da Consulta Periferie Milano ed elaborato dal Centro studi ConMilanoOvest. Un progetto che intende facilitare chi utilizza la bicicletta nell’ambito del proprio quartiere: generalmente i ragazzini e i “meno giovani”, ma anche mamme/papà che portano i figli a scuola. Un progetto che non intende sostituirsi o sovrapporsi all’iniziativa di associazioni/enti che da sempre si occupano di ciclabilità, bensì affiancarsi con una proposta in primo luogo organizzativa: moltiplicare i centri promotori di ciclabilità sul territorio.
“a Scuola di Periferie” - L’incontro si colloca nel percorso “a Scuola di Periferie” promosso da Consulta Periferie Milano che, dal 2005, ha maturato e consolidato un significativo patrimonio di conoscenze e di esperienze “periferiche”, anche con oltre 100 incontri con centinaia di persone/realtà. Varie le sedi territoriali, da San Siro a Niguarda, da Lambrate a Baggio, da Greco a Trenno, da Quarto Cagnino al Corvetto, da Figino a Quarto Oggiaro-Vialba. Nel biennio 2017-’19, sessanta “lezioni” e varie “materie”: arte e musica, abitare e organizzazione, geografia e burocrazia”, comunicazione e, appunto, progettazione (info:
www.periferiemilano.com).
Anche tu puoi portare il tuo contributo, intervieni.
Romano Ranaldi
Associazione Giovani e Famiglia-CPM