BICI RUBATE: PROPOSTE, RIMEDI

Comune, Associazioni e vigili sono al lavoro per trovare risposte ai cittadini che si lamentano delle continue ruberie. Le Associazioni premono per agire

La soluzione ai furti di bici divenuti un vero e proprio incubo per gli appassionati delle due ruote potrebbe venire dalla marchiatura, dall’applicazione di un “QR code” sul telaio che identifichi le bici e scoraggi chi voglia rubarle sulla scia di città come Piacenza e Padova. In passato più di una commissione comunale aveva affrontato la questione e proposto di incidere un numero sul telaio per rendere sempre identificabile il proprietario ma non si è mai trasformato in niente di concreto. I ladri di biciclette, però, si moltiplicano. Immagini del capannone di via Fulvio Testi riprese dall’alto con centinaia di mountain bike, grazielle, city bike rubate nascoste sopra il tetto denunciate da un istruttore del volo sono impressionanti e questo ha portato il Sindaco a occuparsene in prima persona. Da parte delle associazioni alcune proposte sono state avanzate. Dal fondatore della piattaforma Milano Bicycle Coalition e storico attivista della Critical Mass, Marco Mazzei arriva un “fermo” alla creazione di un registro delle bici che assomiglierebbe a quello automobilistico e questo non va bene. Sarebbe utile armonizzare più sistemi scelti in autonomia dalle singole amministrazioni. Un data base nazionale delle biciclette l’intervento di Guia Biscaro, presidente milanese della Fiab, che ritiene validi qualunque strumento identificativo purché riconoscibile, ma vorrebbe spingere per la creazione di un cervellone che valga su tutto il territorio nazionale. Per adesso è approdata su Facebook la “Squadra Contrasto Bici Rubate” della Polizia Locale di Milano per fornire un servizio ai cittadini che sono rimaste vittime del furto della propria bicicletta. Gli agenti impegnati in questa attività hanno tracciato una mappa del rischio ottenuta anche intrecciando una serie di informazioni assunte dai social network e dalle altre Forze dell’Ordine. Le bici rubate e ritrovate vengono ”postate” in un album fotografico a disposizione dei cittadini.

GIUSI DE ROMA


Per le segnalazioni è attivo l'indirizzo di posta elettronica:
PL.bicirubate@comune.milano.it