Da Chiamamilano

PROLUNGAMENTO M1 E M5, RIPARTONO I LAVORI

Si riavvia l'iter per riaprire a giugno i cantieri della"rossa" e il progetto di fattibilità per il prolungamento della M5 a Monza e a Settimo Milanese  
Era fermo da oltre un anno per il fallimento della ditta appaltatrice e per la necessità di una variante e di un rifinanziamento, il progetto di prolungamento della linea rossa da Sesto FS a Monza Bettola - con la stazione intermedia di Sesto Restellone per complessivi 1,9 chilometri: nei giorni scorsi è stato riattivato dai Comuni di Milano, Cinisello Balsamo, Sesto San Giovanni e Monza, dalla Città metropolitana e dalla Regione Lombardia, che hanno dato mandato ad MM di procedere all’affidamento dei lavori al nuovo appaltatore. Una ripartenza importante, resa possibile dall’impegno di tutti gli enti locali coinvolti e del Governo: il primo dicembre il CIPE ha approvato il finanziamento di 23 milioni di euro all’interno del Patto tra l’Esecutivo e la Regione Lombardia, con il successivo via libera del Comitato Tecnico del Ministero dei Trasporti.
MM è stata incaricata dunque di riavviare l’iter procedurale per aprire a giugno i cantieri che nell'arco di due anni porteranno alla costruzione della nuova stazione della metropolitana rossa, che sarà connessa direttamente con la A4, la superstrada 36 proveniente da Monza e Lecco, la tangenziale Nord di Milano e la viabilità di Monza, e avrà un sistema di parcheggi costituito da 2.500 posti auto per assicurare le esigenze di interscambio.
Uno strumento fondamentale per consentire ai cittadini provenienti dalla Brianza di accedere a Milano con i mezzi pubblici. Un servizio essenziale per i comuni di Sesto San Giovanni, di Cinisello Balsamo e per l’intera area metropolitana milanese oltre che per i quartieri Sud di Monza in grado di migliorare la mobilità, ridurre il traffico automobilistico e sviluppare il trasporto pubblico in un’ottica integrata.
Finalmente potrà ripartire un progetto essenziale per la costruzione di una infrastruttura molto attesa dai cittadini del Nord Milano – dichiarano i sindaci Siria Trezzi (Cinisello), Monica Chittò (Sesto), Roberto Scanagatti (Monza), la vicesindaco Arianna Censi (Città Metropolitana) e gli assessori alla Mobilità di Milano, Marco Granelli, e della Regione Lombardia Alessandro Sorte – che non solo comporterà un eccezionale miglioramento della mobilità e del trasporto pubblico, ma contribuirà anche alla coesione di tutta l’area metropolitana. Un segno di come le istituzioni, lavorando insieme, sappiano realizzare progetti concreti e rilevanti per i loro cittadini.
Il cronoprogramma prevede il riavvio dei lavori a marzo 2017, la presentazione e approvazione del progetto esecutivo entro maggio. Quindi esecuzione di tutti i lavori con conclusione prevista per  l’estate del 2019.
E non è tutto: ci sono buone notizie anche per il progetto di prolungamento della M5 a Monza. Infatti grazie al contributo economico di tutti gli enti – Regione Lombardia 75 mila euro, Comune di Milano 75 mila euro, Comune di Monza 15 mila euro, Comune di Cinisello Balsamo 15 mila euro - il 30 dicembre 2016 è stato formalizzato a MM l’incarico per la realizzazione dello studio di fattibilità tecnica ed economica del prolungamento della linea metropolitana 5 dalla stazione Bignami all’ospedale San Gerardo di Monza, passando dalla Villa Reale e attraversando il Comune di Cinisello Balsamo, e da San Siro a Settimo Milanese. Questo studio è importante per avviare la progettazione vera e propria finanziata con 16 milioni dal Patto per Milano siglato a settembre scorso tra Governo e Comune di Milano. Un passo importante per rispondere ad una delle zone per cui è più alta la domanda di mobilità e spostamenti quotidiani e che oggi vede l’utilizzo ancora molto elevato dell’auto privata comportando un aumento della congestione e dell’inquinamento.