INQUINAMENTO RESIDENZIALE A MILANO, INTERVENTI PER PALAZZI ENERGIVORI

ECOndominio propone la sua ricetta per una sostenibilità energetica e strutturale dei condomini

Un convegno per lanciare una nuova Campagna Istituzionale Energetica dei condomini centralizzati di Milano e Provincia, promossa da ECOndominio e patrocinata da Regione Lombardia, Città Metropolitana, Comune di Milano e Fondazione Geometri della Provincia di Milano in collaborazione con Unicredit è stato svolto il 12 ottobre. 100 diagnosi energetiche sono state offerte gratuitamente a quei condomini obsoleti e poco sicuri. I dati del convegno che scorgono nel riscaldamento centralizzato la seconda causa di inquinamento urbano dopo i trasporti, fotografano che un appartamento energivoro inquina come 2 auto, e spreca il 50% del riscaldamento che produce, e può risparmiare 22,1 tonnellate di CO2 in media in un anno. Una direttiva europea invita gli Stati membri a definire una strategia nazionale per raggiungere gli obiettivi del Pacchetto Clima Energia 20-20-20. E già oltre 200 stabili residenziali riqualificati fanno registrare un abbattimento annuo di 928,7 tonnellate di CO2 con un risparmio in bolletta per ciascuna famiglia di quasi il 37% e si potrebbe arrivare a 4870 tonnellate annue per 10 anni.

“Lo scorso giugno abbiamo pubblicato un bando da 1 milione di euro a disposizione nel biennio 2017-18 per interventi di efficientamento energetico sugli edifici privati e sono arrivate subito richieste alle quali stiamo lavorando. Vogliamo rifinanziamento e chiediamo alla Regione di aiutarci a beneficio del miglioramento della qualità dell’aria. I cittadini sono oggi molto attenti al tema e il contributo di tutti è importante. Per questo l’iniziativa di ECOndominio che sposa efficientamento e sensibilizzazione è interessante. Ringrazio per l’impegno che ha preso oggi con 100 condominii,” - ha dichiarato Marco Granelli, assessore alla Mobilità e Ambiente del Comune di Milano.

Dall’altra parte Stefano Biancolini, AD di ECOndomio ha spiegato vantaggi tecnici, fiscali e ambientali. Ha elencato le novità della Legge di Stabilità 2017 per le agevolazioni fiscali, per coinvolgere più beneficiari, per aumentare gli sconti e recuperare in breve tempo i soldi investiti per mettere a norma l’immobile. Così si combina l’abbassamento dell’inquinamento ambientale con l’andare incontro alle esigenze dei cittadini. In particolare la percentuale detraibile può andare dal 65% per i singoli immobili al 75% per interi condomini a ciò si aggiunge il Risparmio Energetico certo e garantito dal Contratto di Rendimento Energetico (EPC), nuova forma contrattuale europea insieme al Finanziamento Tramite Terzi (FTT). Con questi strumenti comfort, risparmio, valore degli immobili e salvaguardia del decoro urbano vengono coniugati con la tutela del singolo proprietario dell’immobile garantendogli un risparmio sugli investimenti avviati.

Giusi De Roma