COMUNE E ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI SUI RIMBORSI TARI

L’Amministrazione ribadisce la volontà di ripagare i cittadini senza necessità di un loro ricorso.
Confronto proficuo che va istituzionalizzato

Incontro proficuo nella mattina del 7 marzo a Palazzo Marino tra l’assessore al Bilancio Roberto Tasca e le maggiori associazioni dei consumatori di Milano sul tema della Tari. Durante la riunione l’assessore ha illustrato il percorso che l’Amministrazione intende intraprendere per rimborsare i cittadini delle quote variabili della Tari corrisposte negli ultimi quattro anni sui box di pertinenza.
I rappresentanti di Adiconsum Milano Metropoli, Confederazione cittadinanza Consapevole, Federconsumatori Milano e Lombardia, Movimento Difesa del Cittadini, Unione Consumatori, ai quali centinaia di cittadini hanno chiesto assistenza per formulare le richieste di rimborso, hanno accolto con apprezzamento la chiarezza del percorso proposto dal Comune di Milano.
L’assessore Tasca ha spiegato che intende recuperare i fondi necessari alla copertura dei rimborsi dalla fiscalità generale dell’Amministrazione, ripagando i cittadini direttamente senza necessità di un loro ricorso. E per questo inoltrerà la richiesta di un parere alla Corte dei Conti. In caso di una risposta negativa si dovrà attendere l’esito dei contenziosi avanzati dai singoli contribuenti presso la Commissione Tributaria.
“Ci siamo impegnati a condividere con le più importanti associazioni dei consumatori questo delicato passaggio - ha affermato l’assessore Tasca - ribadendo, come abbiamo dichiarato dall’inizio di questa vicenda, la ferma intenzione del Comune di procedere ai rimborsi verso i cittadini che ne abbiano diritto. Ci impegniamo inoltre a rendere istituzionale questa forma di confronto con le associazioni perché con il loro sostegno possiamo facilitare e migliorare i rapporti tra cittadini e Amministrazione sulle materie tributarie”.