È allarme zanzare: nell'ultima settimana +23%

Questa la previsione di Vape foundation con l'ultimo "Bollettino zanzare".

Sul piano degli imputati ci sono il rialzo delle temperature e i repentini cambiamenti climatici degli ultimi giorni. Risultato un incremento del 23 per cento della zanzara tigre molto temuta. A darne notizia è Meteo Zanzare, il servizio di Vape Foundation che sul sito www.vapefoundation.org per tutta l’estate aggiorna i cittadini sulla presenza delle zanzare nelle province italiane al fine di conoscere cosi lo stato dell’infestazione. In concreto, si tratta di un servizio, sviluppato in collaborazione con il Professor Simone Orlandini, Direttore dell’Istituto di Biometereologia del CNR di Firenze, e con Claudio Venturelli, esperto di Entomologia Urbana e Sanitaria e membro del comitato scientifico di Vape Foundation, che si basa su un modello matematico che incrocia l’andamento stagionale e climatico con le attività e il ciclo biologico delle diverse specie di zanzara. Il modello usa come campione 1 ettaro di terreno rappresentativo del capoluogo di provincia e ne analizza la concentrazione di zanzara tigre.
Tra gli strumenti messi a disposizione da Vape Foundation c'è il Bollettino zanzare: uno strumento che fornisce previsioni e aggiorna gli utenti, attraverso grafici semplici e chiari, sull’intensità dell’infestazione e sul tipo di zanzara presente in ogni regione e il Bollettino del Viaggiatore. Quest’ultimo, che ha cadenza mensile, è focalizzato su eventuali anomalie climatiche o particolari allerte zanzara in quelle zone del mondo che spesso rappresentano fantastiche mete di viaggio. Per il mese di Luglio – ha precisato Claudio Venturelli, entomologo e membro del Comitato Scientifico di Vape Foundation – si prevede anche una netta crescita della popolazione di zanzara tigre, seppure in zone ben delimitate. In Lombardia, in particolare, la presenza di questi insetti vedrà un incremento complessivo del 23 per cento nell’ultima settimana di luglio .
Manuelita Lupo