FORTI BOATI NELL'HINTERLAND DI MILANO GIOVEDÌ 22 MARZO

Due forti rumori simili a "esplosioni" sono state sentite in tutto il Nord Milano intorno alle 11 di giovedì 22 marzo. I boati sono stati uditi dalla città fino ai confini della provincia di Varese. Ma anche nel Comasco, Lecchese e in Canton Ticino. Tantissime le telefonate ai vigili del fuoco e alle forze dell'ordine, da parte dei testimoni, per segnalare la cosa. In alcuni casi hanno anche tremato i vetri e molte persone sono scese in strada pensando al terremoto. Due scuole elementari una di Paderno, l'altra di Bovisio Masciago, sono state evacuate per precauzione.


L'Aeronautica militare spiega che si sarebbe trattato del superamento della velocità del suono da parte di due caccia militari , due Eurofighter, partiti dall'aeroporto militare di Istrana nel Trevigiano. I due velivoli, sempre secondo fonti dell'Aeronautica, sarebbero stati "autorizzati" a superare Mach 1. La manovra, infatti, sarebbe stata permessa per intercettare un aereo di linea francese. Il Boeing 777 AF671A diretto a Parigi, come ha successivamente confermato Air France, ha avuto un problema con le comunicazioni radio in volo, poi risolto. Su richiesta delle autorità italiane, quindi, il comandante ha effettuato una rotazione a 360 gradi per controllare che fosse tutto ok prima che il mezzo entrasse nello spazio aereo svizzero. “