IN VIA LARGA PER IL BIOTESTAMENTO

È stato aperto dal Comune lo sportello dove consegnare 'le disposizioni anticipate di trattamento' ovvero il testamento biologico

Entra in vigore dal 31 gennaio la legge sul fine vita, approvata il 14 dicembre, che prevede la creazione di registri comunali dove consegnare la dichiarazione sulle terapie sanitarie che si intende o non si intende ricevere nel caso non si sia più in grado di prendere decisioni o esprimere chiaramente la propria opinione.

La dichiarazione va consegnata di persona in busta chiusa e deve essere presentata dall'interessato - munito di documento d'identità e di una fotocopia del documento stesso - all’ufficio di stato civile del Comune di residenza oppure presso le strutture sanitarie. L'atto viene poi protocollato e a chi lo presenta viene consegnata una ricevuta. Lo sportello, che si trova nella sede dell'anagrafe in via Larga, è aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.

La legge sul testamento biologico e la conseguente istituzione dello sportello per la raccolta della dichiarazione anticipata di trattamento è un grande traguardo per il nostro Paese - ha commentato l'assessore alle politiche sociali Pierfrancesco Majorino. - In questo ancora una volta Milano, insieme ad altre città, ha fatto da apripista confermandosi pioniera nel campo dei diritti".