2 MILIONI PER IL PROGETTO ‘VIVAIOLAVORO’

Per riqualificare e valorizzare il Capac Politecnico del Commercio e del Turismo e la Scuola Superiore del Commercio, del Turismo, dei Servizi e delle Professioni, il polo formativo della Confcommercio milanese in viale Murillo 17.

A definire l’intervento l’Accordo di programma promosso dal Comune di Milano e sottoscritto con Regione Lombardia, Fondazione Capac e Associazione Scuola Superiore. L’accordo di programma - con il sostegno del sistema Confcommercio Milano, Lombardia, nazionale - è finalizzato ad attuare, entro la fine del 2018, il progetto “VivaioLavoro” con un completo adeguamento delle sedi di Capac e Scuola in viale Murillo: ammodernamento degli spazi interni con riqualificazione di aule e laboratori, attenzione alla sostenibilità energetica, creazione di coworking e spazi incubatore d’impresa; completa digitalizzazione per una formazione 4.0; interventi di miglioramento strutturali anche per le parti esterne degli edifici utilizzati da Capac e Scuola Superiore e di proprietà del Comune di Milano.

Un protocollo, - ha affermato l’assessore Tajani, - che consente di mettere a disposizione nuove risorse per l’ammodernamento della struttura e per la realizzazione di corsi professionalizzanti capaci di rispondere alle moderne esigenze del mercato del lavoro. L’avvio del progetto VivaioLavoro amplia l’offerta formativa a disposizione dei giovani milanesi interessati a sviluppare le proprie competenze nell’ambito del commercio e dei servizi alle imprese. Investire sulla formazione costituisce oggi il migliore strumento di crescita professionale e di opportunità, soprattutto in un momento di forte cambiamento delle competenze richieste”.

Per il finanziamento complessivo dei lavori interverranno Regione Lombardia con 1 milione di euro; Comune di Milano con 500mila euro; Fondazione Capac e Associazione Scuola Superiore con 500mila euro.

Si realizzerà una ‘vetrina dei talenti’ sostenendo l’accesso a nuove professionalità, vi saranno tirocini per sostenere l’occupazione giovanile; si promuoveranno stage, orientamento, alternanza scuola-lavoro; si sosterrà l’avvio di imprese mettendo a disposizione laboratori e una rete di competenze

Nuovi corsi potranno essere sviluppati per turismo, terme e wellness, attività culturali, Ict, start up d’impresa, settori assicurativo e finanziario, business service.