A MILANO NE ARRIVA A QUINTALI

Una vera e propria emergenza che va affrontata con durezza e senza sconti allo spaccio

"Puntuale come ogni fine settimana, o quasi, ecco arrivare il bollettino dei quantitativi sempre più ingenti di droga che le forze dell'ordine - cui va come sempre il nostro grazie - sequestrano a spacciatori. Quasi sempre stranieri o extracomunitari. Così a Milano, in zona Lambrate, i militari hanno intercettato e bloccato un albanese 33enne mentre scaricava in un box della zona 160 chili di marijuana, suddivisa in 22 pacchi, appena ricevuti dal connazionale. I controlli sono stati estesi anche all'abitazione del 29enne, a Legnano, dove - in una cantina - sono stati rinvenuti altri 11,5 kg della stessa sostanza. Ai confini di Milano invece i carabinieri di Cornaredo, nel corso di un servizio di pattugliamento del territorio, hanno sottoposto a controllo una Renault in transito lungo via della Repubblica, a bordo della quale viaggiavano due marocchini di 26 e 32 anni, irregolari, già autori di violazioni della normativa inerente gli stupefacenti. L'esito delle verifiche in Banca Dati ha indotto gli operanti a eseguire una perquisizione personale e veicolare, nel corso della quale sono state rinvenute 50 "palline" di cocaina, per un peso complessivo di circa 30 grammi, oltre a 1.850 euro in contanti. Ormai la droga arriva a Milano a quintali; la diffusione della droga e dello spaccio è diventata un'autentica emergenza, che va contrastata con ogni mezzo e riconoscendo che si tratta di una lotta senza quartiere, che va condotta con durezza e senza sconti".

Riccardo De Corato, 

Capogruppo di FDI AN in Regione Lombardia