ALLOGGI DA RISTRUTTURARE ALLE FAMIGLIE; COMUNE AVVIA LA SPERIMENTAZIONE SUI PRIMI 50 Il costo dei lavori scontato dal canone d’affitto

Cinquanta alloggi popolari saranno consegnati nello ‘stato di fatto’, ovvero non ancora ristrutturati, ad altrettante famiglie iscritte nella graduatoria Erp, con precedenza a quelle che hanno subito uno sfratto.

Lo ha deciso la Giunta comunale approvando la delibera che dà il via alla prima sperimentazione per assegnare rapidamente alloggi da ristrutturare, consentendo alle famiglie di effettuare gli interventi necessari (adeguamento impianti e minime opere di manutenzione) e scontando poi il costo dei lavori dal canone d’affitto. 

“È un provvedimento importante – dichiara l’assessore alla Casa e Demanio Daniela Benelli – che abbiamo voluto fortemente, lavorando con pazienza in questi mesi, a partire dal censimento realizzato dai tecnici del Comune e dopo aver ottenuto la necessaria approvazione regionale. Cinquanta alloggi certamente non risolvono il problema abitativo ma, in un momento di emergenza, vogliamo sperimentare questa strada per rendere più rapida la consegna degli alloggi, rispondendo in modo immediato e diretto soprattutto al problema degli sfratti”. 

Gli alloggi di proprietà comunale sono stati individuati su tutto il territorio cittadino, distribuiti tra i vari quartieri popolari, con metrature variabili fino agli 80 metri quadri. Si tratta di appartamenti attualmente sfitti che necessitano di interventi di manutenzione minima. 

I lavori saranno realizzati a spese del futuro assegnatario (la consegna dell’alloggio avverrà solo a conclusione e collaudo degli interventi) e seguiti, in fase di esecuzione, dagli uffici tecnici. Il costo sarà poi scontato dal canone di locazione. 

Verrà pubblicato un avviso pubblico che consentirà al di raccogliere le richieste delle famiglie interessate e procedere poi a un’apposita procedura di selezione delle domande.