AMIANTO

VERIFICHE DI BONIFICA PER TUTELARE LA SALUTE DI TUTTI

L'ufficio stampa del Comune di Milano ha comunicato martedì 11 agosto che le aree delle ex caserme milanesi – piazza d’Armi, magazzini di Baggio e Mameli – saranno riqualificate e restituite alla città con la destinazione a verde e servizi di almeno il 50% delle rispettive superfici. Una precondizione prevista dal Piano di Governo del Territorio approvato nel 2012 per tutte le aree di trasformazione urbana, per coniugare sviluppo e salvaguardia del territorio. Non esiste alcuna possibilità di valorizzazione, però, senza una preventiva analisi della qualità dei terreni. Tanto più che su piazza d’Armi, in passato luogo di esercitazioni militari, è stata riscontrata la presenza di amianto. I lavori di carotaggio dureranno solo alcuni mesi e non escludono, in caso di assenza di contaminazione, che Invimit Sgr possa in seguito prorogare l’autorizzazione temporanea all’utilizzo per finalità sportive. 
La verifica dei terreni e l’eventuale bonifica rappresentano un passaggio fondamentale per la tutela della qualità urbana e della salute dei cittadini. Tutti i milanesi, a cominciare dal consigliere Alessandro Morelli, dovrebbero esserne consapevoli.