Amsa: una nuova App per la raccolta dei rifiuti ingombranti

Mobili, elettrodomestici, piuttosto che altri rifiuti dalle dimensioni tali che richiedono il ritiro a domicilio, vale a dire gli ingombranti.

Ebbene, per questi ultimi, dal 3 novembre sarà ancora più semplice sbarazzarsene. Basterà, infatti, collegarsi al sito internet ufficiale di Amsa (www.amsa.it) per trovare il nuovo applicativo, peraltro accessibile anche da tablet e smartphone, dal  quale si accederà al servizio. Le richieste pervenute ad Amsa sul capitolo rifiuti ingombranti relativamente ai primi 9 mesi dell’anno sono state più di 100mila, vale a dire un +6% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Numeri, che hanno permesso ad Amsa di attivare al recupero ingombranti circa 8mila tonnellate di rifiuti. Durante l’anno in corso 42.880 persone – il 41% del totale – hanno prenotato il servizio di raccolta ingombranti direttamente on line, con un incremento significativo del 18% rispetto al 2014. Il nuovo servizio è di assoluta semplicità, basteranno pochi click da parte del cliente. Egli selezionerà quantità, tipo di rifiuto e data, successivamente Amsa provvederà al ritiro. La registrazione dei propri dati sarà richiesta la prima volta, poi il sistema provvederà a tenerli in memoria per gli eventuali ulteriori accessi. Le aspettative di Amsa sono quelle di incrementare l’utilizzo del nuovo sevizio rispetto alla tradizionale telefonata al Servizio Clienti (numero verde 800.332299), attenuando così il traffico telefonico in entrata oltre la riduzione dell’attesa per la prenotazione del ritiro degli ingombranti.  
Manuelita Lupo