Ancora un successo della creatività italiana

Dallo studio italiano Stefano Boeri architetti è nata l'idea di creare in Cina la prima 'Città Foresta' che continua il percorso iniziato nella nostra città. Il nuovo centro urbano verrà ultimato nel 2020 e sarà popolato da 30mila abitanti, 40mila alberi e un milione di piante di varie specie. Si stima che questa nuova città potrà essere in grado di assorbire 10mila tonnellate di anidride carbonica e 57 tonnellate di polveri sottili ogni anno e di produrre 900 tonnellate di ossigeno.
Per raggiungere la nuova città, che avrà oltre alle abitazioni, uffici, negozi, scuole, alberghi, ospedali e servizi vari - tutti ricoperti di alberi e piante - verrà costruita una linea ferroviaria che la collegherà a Liuzhou – raggiungibile da Pechino in 3 ore di volo.