Arriva la raccolta differenziata

In 24 mercati comunali scoperti dal 2 ottobre

Avvio della raccolta differenziata nei mercati rionali

Mercati rionali più fruibili, puliti e sostenibili. È questo il piano predisposto dall’Amministrazione per la città di Milano. Dopo una prima fase sperimentale partita nel febbraio 2016 che aveva coinvolto solo alcuni mercati rionali, si passa ad ampliare l’iniziativa che comprenderà 24 mercati scoperti, praticamente un quarto della città e prende il via lunedì 2 ottobre. La raccolta punterà nello specifico ai rifiuti organici come scarti alimentari, piante e fiori. L’iniziativa, presentata nel mercato di via Cesariano prevede un nuovo modo di raccogliere i rifiuti. Agli operatori sarà dato in dotazione in comodato d’uso da AMSA un kit composto da un trespolo portasacco in acciaio e, per banchi più grandi, ulteriori anelli portasacco da fissare ai lati dei banconi. Gli operatori riceveranno anche numerosi biocompostabili da 70 litri. Gli imballaggi di plastica, cartone e legno saranno raccolti contemporaneamente da Amsa e conferiti in un impianto dove i materiali saranno recuperati a valle della raccolta differenziata.  Gli addetti sono stati informati da Amsa con una lettera che spiega come buttare i rifiuti organici, cartoni, cassette di plastica e legno ed è prevista anche una campagna informativa con un poster in cinque lingue (italiano, inglese, francese, spagnolo e arabo) per una corretta raccolta. I mercati scoperti coinvolti sono (Cesariano, De Predis, Trechi, Zamagna, Bonola, Fauchè, Pascarella, Gaeta, Massara dei Capitani, Pareto, Osoppo, Traversi, Cantone, Zoagli, Pagano, Ardissone, Falck, Ciccotti) che si svolgono nel corso di tutta la settimana coinvolgendo complessivamente 2.873 operatori mercatali (1.168 banchi alimentari e 1.705 non alimentari). In merito all’iniziativa gli assessori? Cristina Tajani (Commercio, Attività produttive) e Marco Granelli (Mobilità e Ambiente) hanno dichiarato: "Ampliamo, con l'importante contributo degli operatori un sistema di raccolta differenziata che consente di avere mercati scoperti più moderni, puliti e piacevoli da vivere, sia durante sia dopo le ore di mercato facilitando e snellendo le operazioni di pulizia delle aree" . I dati sulla percentuale della raccolta differenziata nella città meneghina salgono nell’anno in corso al 54%. Milano è così la prima città europea che conta oltre un milione di abitanti a superare la soglia del 50%, insieme a lei Vienna. "La raccolta differenziata verrà estesa in tutti i mercati della città in 4 step, - ha spiegato Mauro De Cillis, direttore operativo di Amsa. - Tra tre mesi il servizio partirà nell’area sud ovest di Milano e raggiungeremo tutta la città entro l’autunno del 2018. Il nuovo sistema di raccolta ha anche l’obiettivo di migliorare le condizioni post-vendita dei banchi, con una sensibile riduzione dei residui organici a terra, consentendo quindi ad Amsa di ottimizzare i tempi di pulizia e restituire ancora più velocemente le aree mercatali alla città"

Parlando ancora di numeri nel 2013, prima che iniziasse la raccolta dell’umido, il sacco giallo dell’indifferenziata aveva un peso che si aggirava sui 10 chili, oggi ne pesa 6, un calo del 40% della quota prodotta di indifferenziata. A tal proposito Amsa ha incrementato le squadre dedicate alla differenziata iniziando una sperimentazione nel territorio del Municipio 8. Ulteriore misura per agevolare la raccolta del cartone, dato l’incremento degli acquisti on line, sempre dal 2 ottobre, nella zona nord ovest di Milano, i cittadini potranno esporre cartoni di grandi dimensioni accanto al cassonetto della carta. Infine, altra novità da Amsa, presso alcuni mercati, a disposizione dei cittadini ci sarà l’Ufficio Mobile, uno sportello itinerante per informazioni e segnalazioni relative alla raccolta differenziata.


Manuelita Lupo