ATM, FERMATI TRE WRITERS

Alle tre del 14 ottobre il personale della Security di Atm è riuscito a fermare tre writers intenti a imbrattare due carrozze di un treno nel deposito della metropolitana di San Donato M3.

I writers, due di nazionalità australiana e un neozelandese, sono stati intercettati dal sistema di allarme di Atm e il personale della Security ha subito attivato le procedure di intervento, condivise con le Forze dell’Ordine. La Polizia di Stato, intervenuta immediatamente, ha arrestato i tre graffitari in flagranza. Dagli elementi in possesso dell’Azienda e condivisi con le Forze dell’Ordine i tre writers farebbero parte di una crew nota e molto attiva in diverse città. L’intervento di questa notte assume quindi una rilevanza particolare nella lotta al fenomeno writers. Nella prima metà di ottobre sono già stati fermati 5 graffitari.
I sistemi di controllo e di allarme adottati da Atm negli ultimi anni e il costante lavoro di monitoraggio e analisi del personale della Security si dimostrano  ancora una volta efficienti ed efficaci contro chi danneggia i beni pubblici. Lo conferma l’incremento (+118%) del numero di writers fermati: 37 tra gennaio e settembre di quest’anno, rispetto ai 17 fermati nello stesso periodo dell’anno scorso. Nei primi 9 mesi del 2016 si rileva inoltre una diminuzione del numero di eventi: dai 166 del 2015 ai 149 nello stesso periodo del 2016. Negli stessi periodi, il numero degli imbrattamenti è passato da 105 a 84 (-20%) e i casi sventati dalle squadre della Security Atm sono passati da 61 a 65.
Grazie anche alla proficua collaborazione con le Forze dell’Ordine, Atm riesce attraverso le proprie persone a contrastare fenomeni sensibili e a salvaguardare il patrimonio dei suoi depositi e dei suoi mezzi. In Atm è operativo un Servizio Security composto da 125 persone, potenziato notevolmente nel corso del 2015 grazie all’assunzione di 64 Guardie Particolari Giurate (GPG), deputate sia alla tutela della sua clientela sia del patrimonio aziendale.