Biotecnologie, Milano prima in Italia

In sei anni quadruplicate le imprese: da 12 a 49. Mercoledì 5 ottobre incontro per presentare progetti e per richiesta fondi europei.

Il comparto bioeconomico ha visto quasi quadruplicare la consistenza delle imprese a livello nazionale, da 118 nel 2009 a 445 nel 2015, e a livello milanese la dinamica è stata molto simile. Lo si evince da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano sui dati del registro delle imprese. 
La città metropolitana di Milano è sul gradino più alto del podio con più imprese attive nel settore: 12 sei anni fa, 49 lo scorso anno. Segue a breve distanza Roma con 45 imprese. Il confronto tra Milano e l’Italia, per classi dimensionali in base al numero di addetti, mostra in entrambi i contesti la prevalenza di micro imprese con meno di 10 addetti e con un fatturato inferiore ai 2 milioni di euro. Si tratta quindi di piccole realtà votate alla ricerca che nell'area milanese operano nel 76% dei casi nell'ambito del cosiddetto "red biotech" (salute dell’uomo).
Mercoledì 5 ottobre, 6 di queste imprese presenteranno i loro casi per chiedere fondi europei. L'incontro, dal titolo "La bioeconomia delle imprese lombarde in Europa" su Horizon 2020 e altri strumenti, si svolgerà alle ore 9.30 presso la Camera di commercio in via Meravigli 9/b. Organizzato da Innovhub SSI, azienda speciale della Camera di commercio di Milano, Fast e Confindustria Lombardia, con il supporto di Assobiotec, l'evento è di natura informativa sul tema bioeconomia, termine più allargato rispetto alle biotecnologie, e finanziamenti europei. Infatti, la bioeconomia si riferisce alle sole risorse biologiche che provengono dalla terra e dal mare, nonché dai rifiuti che fungono da combustibili per la produzione industriale ed energetica di alimenti e mangimi. L'incontro si colloca all'interno delle iniziative sviluppate nel progetto Enterprise Europe Network, finanziato dalla Commissione Europea per aiutare le piccole medie imprese (pmi) locali a innovare e crescere a livello internazionale. All'interno del programma, una sessione di elevator pitch mirata a facilitare l'interazione tra mondo della ricerca e pmi: sarà possibile per 6 imprese lombarde presentare in pochi minuti la propria idea progettuale o le proprie competenze o tecnologie da offrire nell'ambito di un progetto di ricerca di bioeconomia.
Al termine dell'evento sono previsti incontri one to one prenotati in precedenza con gli esperti della rete Enterprise Europe Network.
Davide Lorenzano