Che cosa è un’azione?

L’azione rappresenta la più piccola parte di partecipazione al capitale sociale di un’impresa. Il titolare di un’azione, possiede un “pezzetto” della società, con tutti i diritti e gli oneri.

Di norma le azioni hanno uguale valore (valore nominale) e uguali diritti. Tuttavia, le società, nello statuto, possono prevedere diverse categorie di azioni, con diritti amministrativi ed economici differenziati:

Le azioni di risparmio
Non danno diritto di voto ma hanno dei privilegi di natura economica in genere riferiti alla distribuzione 

Le azioni privilegiate
Generalmente queste azioni prevedono una prevalenza nella distribuzione dei dividendi (utili) a fronte della limitazione del diritto di voto alle sole assemblee straordinarie;

Le azioni a voto plurimo
Prevedono la possibilità, per le società non quotate di creare statutariamente azioni con diritto di voto plurimo. Anche le società quotate possono avere azioni a voto plurimo nel caso in cui tale categoria fosse già presente prima della quotazione.

Le azioni a voto maggiorato
Gli statuti delle società quotate possono prevedere che sia attribuito un voto maggiorato, fino a un massimo di due voti, per ciascuna azione appartenente al medesimo soggetto per un periodo continuativo non inferiore a due anni.

Le azioni possono essere quotate o non quotate. Nel primo caso è più facile acquistarle o venderle a un prezzo di mercato. Le azioni non quotate, invece, possono presentare grossi problemi al momento della vendita. 
Il luogo dove sono negoziati i titoli azionari è il mercato azionario. Il più importante mercato regolamentato azionario è gestito da  Borsa Italiana S.p.a.  
Chi vuole comprare o vendere titoli, deve rivolgersi a intermediari autorizzati, cioè essenzialmente banche e società di intermediazione mobiliare - SIM, i quali inseriranno per loro conto nei sistemi di negoziazione gli ordini di acquisto e vendita di azioni.
L'azionista è un socio, e non un creditore, della società e quindi partecipa all'attività economica della società stessa sopportandone i rischi in caso di perdite. 
Per tanto vorrei chiudere ricordando una delle frasi celebri di Warrent Buffet:
Per avere successo in borsa è importante avere paura quando gli altri sono avidi ed essere avidi quando gli altri hanno paura.
Fabio Vantaggiato