Comune: 135mila euro per far nascere nuove imprese a livello sociale

Milano sostiene la nascita di nuove imprese nel campo dell'innovazione sociale. Si è aperto il bando che mette a disposizione 135mila euro a favore di nove start-up da incubare a FabriQ, il primo incubatore dedicato all’innovazione sociale del Comune di Milano, in via Val Trompia a Quarto Oggiaro.

Il provvedimento è stato annunciato questa mattina al termine della seduta di Giunta tenutasi presso gli spazi di FabriQ.
Diversi gli ambiti in cui potranno essere attivi i nuovi progetti d’impresa: dai servizi alla persona all’agrifood, passando per l’ambiente e l’economia circolare, con idee volte a ridurre l’inquinamento e migliorare la gestione e il riciclo dei rifiuti, oltre alle tematiche Smartcity e di sostenibilità o promozione del patrimonio artistico e culturale della città. Spazio anche a progetti imprenditoriali che integrino obiettivi di impatto sociale con la valorizzazione e l’utilizzo della cosiddetta nuova manifattura digitale 4.0 e a progetti che prevedano attività e servizi volti alla riqualificazione e rigenerazione di aree periferiche cittadine per migliorarne l’aggregazione e l’inclusione sociale.
In tre anni - dichiara  l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività Produttive e Commercio Cristina Tajani - abbiamo contribuito a far nascere 33 nuove imprese che coniugano redditività e imprenditorialità alla sostenibilità sociale e ambientale. Progetti d’impresa anche se ora sarebbe meglio chiamarle più propriamente imprese capaci di raccogliere tra premi e finanziamenti da parte di privati 7,7 milioni di euro. Progetti che hanno permesso ai loro fondatori di creare un'opportunità occupazionale e di esplorare nuovi settori confrontandosi con il mercato, i bisogni e le richieste di consumatori e imprese. Grazie all’incubatore FabriQ, dimostriamo come sia possibile far crescere e sviluppare imprese ad alto impatto sociale in periferia, nel cuore di Quarto Oggiaro”.
Alle nove imprese selezionate  verrà data la possibilità di accedere ad un percorso gratuito di incubazione della durata massima di 4 mesi, oltre ad un contributo sino ad un massimo di 15 mila euro per la realizzazione del singolo progetto. Un periodo intenso di crescita, confronto, networking e incontri con potenziali investitori. Ogni realtà vincitrice del bando, oltre a un proprio spazio all’interno di FabriQ, potrà contare nel suo percorso di incubazione su un tutor che supporterà le neo imprese nella scelta di gestione amministrativa e finanziaria nonché di inserimento, promozione e comunicazione nei differenti mercati di riferimento.
Al bando possono partecipare tutte le imprese costituite da massimo 24 mesi ma anche quelle che si impegnano a costituirsi in soggetto giuridico entro i tempi previsti per ricevere l’erogazione della prima tranche del contributo, nonché le imprese già costituite provenienti dall’estero, fatta salva la necessità per tutte queste realtà di essere registrate presso la Camera di Commercio di Milano ed avere una sede operativa nel territorio cittadino. 
Le domande di partecipazione al bando FabriQ 3 potranno pervenire a partire da  venerdì 21 luglio, ed entro e non oltre le ore 12.00 del 22/09/2017 a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo:
plo.bandi@postacert.comune.milano.it specificando nell’oggetto: “BANDO FABRIQ 3”.
Tutte le informazioni e la modulistica per la partecipazione sono disponibili su www.comune.milano.it alla sezione bandi - contributi.
Nato nel 2014 dalla collaborazione tra Amministrazione, Fondazione Giacomo Brodolini e Impact Hub Milano, FabriQ è il primo incubatore specificatamente dedicato all’innovazione sociale del Comune di Milano. Con i suoi 650 mq FabriQ è il luogo dove trasformare le idee in occupazione, crescita, sviluppo sociale e metterle in rete  connettendo chiunque abbia voglia fare impresa su temi sociali, ambientali e culturali e tecnologici.
Uscm.