CONSIGLIO COMUNALE APPROVA LA DELIBERA DI VARIAZIONE E ASSESTAMENTO DEL BILANCIO 2017

Raggiunto l'equilibrio finanziario di 3,9 miliardi di euro. Minori entrate per 59 milioni compensate da risparmi di spesa

Con 26 voti a favore, 7 contrari e 3 astenuti il Consiglio Comunale ha approvato la delibera di Variazione e Assestamento del Bilancio Finanziario 2017-2019. L'Assestamento 2017 prevede un equilibrio di bilancio di 3,292 miliardi di euro, 59 milioni di entrate in meno rispetto alla previsione di inizio anno. Tale calo di entrate è compensato prevalentemente da risparmi di spesa.  “Milano - afferma l'assessore al Bilancio Roberto Tasca - risponde ancora una volta con senso di responsabilità agli stringenti vincoli di bilancio. In prospettiva, auspichiamo che a livello centrale vengano fatte scelte che consentano alla nostra città di continuare a essere un polo catalizzatore dei flussi europei e un esempio virtuoso per il Paese”. Tra le minori previsioni di entrata si registrano 22 milioni di euro nella voce delle sanzioni del Codice della strada, 5 milioni di Cosap (compensata da un incremento equivalente della tassa di soggiorno) e 27 milioni di proventi dalle tariffe del Trasporto Pubblico Locale. Quest'ultima flessione, in particolare, non è dovuta a una diminuzione dell’utilizzo di mezzi pubblici da parte dei cittadini, bensì all'effetto del cosiddetto "split payment", il nuovo meccanismo per la scissione dei pagamenti con il quale le Pubbliche Amministrazioni versano l'IVA direttamente all'Erario e non al fornitore.

Flavio Fera