Da CHIAMAMILANO

MITO FESTIVAL AL VIA

Lo avevamo anticipato lo scorso maggio in occasione della presentazione, e ora è arrivato il momento: sabato 3 settembre al Teatro alla Scala comincia Mito, e a dare il via ci sarà la London Symphony Orchestra diretta da Gianandrea Noseda, suo direttore ospite principale per la stagione 2016/17, nonché bacchetta italiana tra le più quotate internazionalmente. Il programma del concerto d’apertura, come tutti i programmi di MITO, è stato concepito appositamente per il Festival e include alcune tra le più significative partiture sinfoniche del Novecento: i tre schizzi sinfonici di La Mer di Claude Debussy, la Seconda Sinfonia di Rachmaninov e, in prima esecuzione italiana, le trascrizioni di Nikos Christodoulou, presente in sala, di cinque dei 12 Préludes pour piano (Deuxième livre di Debussy  - La Puerta del Vino, ‘General Lavine’ - excentric, La Terrasse des Audiences du Claire de Lune, Hommage à S. Pickwick Esq. P.P.M.P.C. e Feux d’artifice). La nuova stagione di MITO – spiega l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno –  coniuga il prestigio della grande musica con un modello più inclusivo, diffuso non soltanto tra le zone della città ma anche tra le diverse generazioni di cittadini. Già nei suoi primi giorni di programmazione, il festival presenta un’esperienza trasversale capace di coinvolgere bambini, adolescenti e adulti, espandendosi a macchia d’olio in città. Nel primo week end, infatti, sono già in cartellone 5 repliche di due produzioni dedicate al pubblico dei bambini, entrambe in scena al Teatro Dal Verme: ‘Glimp’, lo spettacolo per piccoli dai 2 ai 4 anni vincitore degli Young Audience Music Awards 2015 come ‘migliore produzione dell’anno’ (in scena sabato 3 settembre alle ore 11, 16 e 17.30), e ‘Stand by me’, pensato per i bambini dai 6 anni in avanti (in due repliche domenica 4, alle ore 15.30 e 17.30). Concerti diffusi nel fine settimana anche nei tanti teatri/spazi della città: al Santuario di Santa Maria dei Miracoli presso San Celso (laBarocca, domenica 4 alle 16), nella Sala Verdi del Conservatorio (Orchestra Ludwig diretta dal soprano e direttore Barbara Hannigan, alle ore 21) e al Teatro LaCucina (Quartetto Adorno, domenica 4 alle ore 21). La costanza dimostrata dal Festival MITO – prosegue l’assessore Del Corno – nel portare spettacoli di altissima qualità musicale sia nei templi della musica, come il Teatro alla Scala o il Conservatorio, che nei teatri di zona, nei quartieri meno centrali della città, e talvolta in spazi anche meno connotati storicamente sul piano musicale, è senz’altro uno dei motivi del suo successo e di quella ‘popolarità’ che regge alla prova del tempo. Questo tratto distintivo viene messo in primo piano da questa decima edizione del Festival, che nei teatri di zona presenta 30 degli oltre 70 concerti in cartellone (19 programmi più le repliche).

In particolare:

1.   cinque i titoli proposti allo Spazio Teatro 89, a Quarto Cagnino (Municipio 7), che consolida la sua collaborazione con il festival inaugurando la nuova stagione teatrale con MITO, il 6 settembre, con un concerto dedicato alle trascrizioni di sinfonie mozartiane da parte di Muzio Clementi (Sfide tra coetanei), che ospiterà tra gli altri una delle star del festival, Andrea Lucchesini, in un programma cameristico dedicato a Schumann e Brahms (‘Fratelli maggiori’, il 21 settembre);

2.   due gli spettacoli al Teatro Ringhiera alla Torretta (Municipio 5), tra cui il recital di Mario Brunello (‘In viaggio con Mario Brunello’, il 7 settembre) e il concerto dell’O/Modernt Ensemble di Hugo Ticciati, intitolato Cabala Sonora, con le musiche d’ispirazione klezmer di Osvaldo Golijov. Mario Brunello si esibirà anche con un inedito progetto vocal strumentale (La Voce degli archi, lunedì 19, a ingresso gratuito) nella trecentesca Certosa di Garegnano, (nel quartiere di Garegnano, Municipio 8, adiacente a Villapizzone);

3.   tre i titoli ospitati dal Teatro di Vetro, tra gli spazi ‘nuovi’ nel cartellone di quest’anno, in zona Accursio (Municipio 8);

4.   due al Teatro LaCucina sito nell’ex Ospedale Psichiatrico Paolo Pini, alla Bovisasca (Municipio 9), tra cui il Quartetto Adorno (in Archi volanti, il 4 settembre);

5.   due al Teatro Martinitt a Lambrate (Municipio 3), tra cui il concerto di Lucchesini e gli elementi dell’Orchestra Giovanile Italiana (Orchestra Destrutturata, il 10 settembre);

6.   due al Teatro della Cooperativa a Ca’ Granda (Municipio 9), tra cui il duo pianistico del milanese (di Baggio) Davide Cabassi con Tatiana Larionova;

7.   uno spettacolo musicale per l’infanzia di Luca Uslenghi, dedicato al mondo fiabesco di Stravinsky al Teatro Out Off, dove l’attore è di casa con il suo Teatro per bambini, alla Ghisolfa (Municipio 8);

8.   uno al Teatro degli Arcimboldi, alla Bicocca (Municipio 9), a conclusione del Festival.

Completano l’affresco il concerto dell’Altus Trio nell’auditorium collocato nell’ex torre di raffreddamento del Auditorium Pirelli, ancora in Bicocca, e i 5 doppi concerti, iscritti nella programmazione del Giorno dei Cori (10 settembre), ai teatri Martinitt, di Vetro, Spazio Teatro 89, Ringhiera e infine anche alla Casa della Memoria, all’Isola (Municipio 9)

Ulteriori informazioni e programma completo su www.mitosettembremusica.it


INFO BIGLIETTI

Biglietti in vendita online su www.ticketone.it oppure presso la biglietteria al Teatro Dal Verme (in via San Giovanni sul Muro, 2), aperta da martedì a sabato dalle ore 11 alle 19 (tel. 02.87905201 – biglietteriamito@ipomeriggi.it).

Se ancora disponibili, i biglietti saranno messi in vendita anche il giorno del concerto, a partire da 90 minuti prima dell’inizio presso la biglietteria della relativa sede (ad eccezione del concerto a San Marco del 12 e del concerto a Santa Maria delle Grazie del 20, poiché non è prevista biglietteria in sede).

I tagliandi di ingresso per i concerti gratuiti saranno distribuiti contestualmente all’apertura della sala, presso le sedi di concerto e fino a esaurimento dei posti disponibili. La distribuzione dei tagliandi inizierà 45 minuti prima dello spettacolo. La prenotazione dei posti non è consentita e ogni spettatore ha diritto a un solo tagliando.

I carnet saranno in vendita esclusivamente presso la biglietteria del Teatro Dal Verme. Acquistando un carnet, in regalo la MITOCard, con cui si potrà, tra l’altro, acquistare i biglietti a ingresso ridotto per la visita alle mostre in corso a Palazzo Reale, al Palazzo della Ragione e al PAC Padiglione Arte Contemporanea, durante i giorni del festival.