DARSENA. IN 50MILA SULLE SPONDE DEL PORTO DI MILANO PER AMMIRARE LE FIACCOLE DELLA ‘NDOCCIATA

Sono stati50 mila i milanesi e i turisti che, assiepati sulle sponde della Darsena, hanno assistito a una delle più suggestive tradizioni italiane, la ‘Ndocciata del comune di Agnone: cinquecento fiaccole infuocate, trasportate a spalla da 135 ‘ndocciatori, suddivisi in cinque gruppi in rappresentanza delle cinque contrade della città.

Il successo che ha coronato questa antica festa del Fuoco rappresentata per la prima volta a Milano, è un altro segno che la nuova Darsena è entrata nel cuore dei cittadini - ha dichiarato l’assessore Franco D’Alfonso.
La manifestazione è stata realizzata grazie al patrocinio e all’impegno della Regione Molise, dell’Union Camere, della Provincia di Isernia, dei Comuni di Agnone e di Milano. A dare il via alla suggestiva sfilata di torce infuocate è stato il primo rintocco della “Campana di Expo”, un’opera d’arte di ben 850 kg in bronzo, realizzata dal laboratorio della Pontificia fonderia Marinelli di Agnone e donata alla città di Milano quale simbolo di gemellaggio tra i due Comuni. Nei rilievi ornamentali della campana, oltre al logo di Expo, gli stemmi del Comune di Milano, del Comune di Agnone e della Regione Molise nonché immagini stilizzate della ‘Ndocciata, di un guerriero sannita e di due tra i più importanti dipinti conservati ed esposti a Milano: la “Canestra di frutta” di Caravaggio e “L’ultima cena” di Leonardo da Vinci. La “Campana di Expo” sarà collocata all’interno del Cimitero Monumentale o presso il Sacrario dei Caduti Milanesi in Piazza Sant’Ambrogio. 
Ruggero Biamonti