Ema, il Governo rinnova l'impegno per Milano

Il premier Gentiloni in visita a Milano con Sala

La sfida per portare l'Agenzia del farmaco nel capoluogo lombardo.
Martedì 28 febbraio, a margine della visita del presidente del Consiglio Paolo Gentiloni a Milano e dell'incontro con il sindaco Giuseppe Sala, la riconferma del Governo per il proseguimento di importanti impegni assunti dal precedente esecutivo per la crescita del capoluogo lombardo.
Portare a Milano l'Agenzia europea del farmaco (Ema) - attualmente con sede a Londra, - , non sarà una partita semplice, ma la città ha le carte in regola: il sistema Paese ci sarà e il Governo lavorerà per questo obiettivo, ventre a terra. Lo ha detto il premier Paolo Gentiloni durante la conferenza stampa congiunta con il sindaco Giuseppe Sala al termine dell'incontro a Palazzo Marino. Un tavolo di confronto sull'argomento con gli enti preposti potrà avvenire solo dopo che la Gran Bretagna avrà attivato l'articolo 50 della Brexit, ovvero la procedura di esecuzione per l'uscita dall'Unione europea. Abbiamo organizzato una visita tecnica a Londra per mettere a punto il dossier e verificare gli spazi che servono per gli uffici. A Milano gli spazi ci sono, abbiamo delle alternative e le renderemo chiare a brevissimo, - ha sottolineato il sindaco Sala che ha accompagnato Gentiloni a pranzo in un centro socio ricreativo per anziani e immigrati.
Il premier ha successivamente incontrato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni e visitato la nuova sede di Microsoft, per concludere la giornata alla Fondazione Feltrinelli. Ma l'altra sfida è il post Expo, con l'imponente progetto dello Human Technopole.
Davide Lorenzano