Expo 2020, un progetto per le imprese lombarde a Dubai e Oman

Una missione dal 9 al 13 ottobre per gli imprenditori lombardi. Scambi per mezzo miliardo nei primi tre mesi del 2016. Export di macchinari, prodotti elettrici, moda e metalli

Con i preparativi di Expo 2020 prende inizio un'azione di sviluppo commerciale in due paesi del Golfo, Oman e Dubai. Il progetto, promosso dalla Camera di commercio di Milano con l'Azienda speciale per le attività internazionali "Promos", prevede un percorso strutturato di orientamento e assistenza nei due mercati a elevate potenzialità, che si concluderà con la possibilità per i partecipanti di prendere parte ad una missione commerciale, dal 9 al 13 ottobre 2016, in Oman e a Dubai nella quale sarà possibile incontrare controparti locali e sviluppare business in loco. Il progetto è rivolto in particolare alle aziende dei settori turismo, prodotti alimentari, articoli di abbigliamento, arredo, green energy, macchinari, materiali da costruzione, minerali, fertilizzanti e petrolchimico. Per le aziende interessate, in Oman è prevista anche la partecipazione con un proprio stand alla "Oman 6th International Exhibition For Infrastructure & Industrial Project", fiera leader a livello mondiale del settore edile.
Da un'elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati Istat al 2016, emerge che il valore degli scambi della Lombardia con i due Paesi mediorientali è pari a quasi 500 milioni di euro nei primi tre mesi del 2016. Gli Emirati, da soli, concentrano circa l'80 per cento degli scambi: si tratta soprattutto di esportazioni di prodotti lombardi, oltre il 95 per cento dell'interscambio con macchinari, prodotti elettrici e moda verso gli Emirati, macchinari e metalli verso l'Oman. Tra le varie aree, Milano è prima concentrando quasi la metà degli scambi verso i due Paesi. Seguono poi Monza e Varese per gli scambi con gli Emirati e Brescia e Bergamo per gli scambi con l'Oman.
Davide Lorenzano