"Famiglia accogliente", il bando per l'ospitalità di famiglie disagiate

Dal 10 maggio il Comune di Milano, mediante avviso pubblico, ha iniziato la ricerca di nuclei familiari disponibili a ospitare nella proprie abitazioni famiglie con emergenze sociali.

Gli ospitanti devono essere residenti a Milano e devono avere la disponibilità nella propria casa di almeno una stanza, possibilmente con bagno dedicato, e un arredo minimo per il deposito di abiti e beni d'uso personale degli ospitati. Saranno ammesse proposte di ospitalità anche da parte di vicini di casa o di famiglie che conoscono il nucleo in difficoltà, ma senza avere legami di parentela. L'ospitalità potrà durerà fino a un massimo di 6 mesi. Ogni famiglia ospitante riceverà da 350 a 400 euro al mese (a seconda del numero di componenti del nucleo familiare accolto) come contributo per il sostegno delle spese di vitto e di alloggio.
Coinvolte inizialmente quaranta nuclei familiari. I destinatari dell'accoglienza possono essere mamme sole con bambini, famiglie con almeno un minore, persone anziane che vivono sole coinvolte da una procedura di sfratto dall'abitazione di cui non riescono più a pagare l'affitto. Saranno prese in considerazione come cause generanti il disagio abitativo, economico e dunque sociale: la perdita del lavoro, la separazione (giudiziale o di fatto) dal nucleo familiare, la morte dell'unico portatore di reddito del nucleo familiare. Le famiglie in condizioni di vulnerabilità sociale saranno individuate dagli assistenti sociali del Comune tra quelle già seguite o segnalate da coloro che si candideranno per l'accoglienza.
La presentazione della candidatura al progetto "famiglia accogliente" può avvenire presso l'ufficio protocollo della Direzione politiche sociali e Cultura della salute in Largo Treves 1 (dalle ore 9 alle ore 12 e dalle ore 13,45 alle ore 15,15 dal lunedì al venerdì) oppure tramite raccomandata con ricevuta di ritorno o ancora a mezzo posta elettronica all'indirizzo mail politichesocialiesalute@comune.milano.it. Nell'oggetto della mail, o dell'istanza cartacea, dovrà essere riportata la dicitura: "Manifestazione di interesse per l'accoglienza temporanea famiglie con minori, in condizione di fragilità socioeconomica a seguito di evento traumatico".
Per informazioni e chiarimenti contattare la segreteria della Direzione centrale politiche sociali e Cultura della salute all'indirizzo mail politichesocialiesalute@comune.milano.it.
Davide Lorenzano