Il 16 dicembre scade la seconda rata di TASI e IMU

Dal 1° gennaio 2016 gli immobili destinati ad abitazione principale non sono più soggetti al Tributo sui servizi indivisibili (TASI), fatta eccezione per i beni classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 per i quali sono dovuti sia TASI, sia IMU. 
Nella sezione “Servizi on line” del sito del Comune di Milano è presente un calcolatore che permette agli utenti di determinare l’importo dovuto, di compilare e stampare l’F24 per il pagamento. 
Se non sono avvenuti cambiamenti nel corso del 2016, il totale dell’imposta da pagare risulterà uguale a quello dell’anno scorso. 
L'utilizzo del modello F24 è gratuito per il contribuente e la consegna del modulo compilato può essere effettuata presso le banche, gli uffici postali e gli intermediari Entratel abilitati (Caf, commercialisti, ecc.).
Il modello F24 consente di utilizzare i crediti erariali in compensazione del dovuto IMU/TASI.