Il Comune sospende l'assegnazione in deroga delle case

Il Comune di Milano è stato costretto a sospendere le assegnazioni in deroga delle case popolari alle famiglie che si trovano in situazioni scomode dal punto di vista economico.

Sono già tremila le domande presentate nel primo trimestre del 2015 per ricevere una casa, di queste 440 sono già state approvate dalla Commissione. Purtroppo le leggi regionali non consentono di assegnare l'abitazione, entro l'anno, alla metà di coloro che ne hanno il diritto. Il Comune, dopo aver ricevuto un secco no dalla Regione Lombardia nel 2014, ha richiesto l'autorizzazione per arrivare al 50% delle assegnazioni nell'anno corrente. In merito si è espresso l'assessore alla Casa Daniela Benelli: La situazione non è delle migliori; la Regione continua a ignorare le nostre richieste, ripresentate dopo il no ricevuto lo scorso anno. La Regione forse non comprende il disagio che vivono le famiglie che hanno urgentemente bisogno di una casa... e noi siamo momentaneamente con le mani legate, finché non arriva l'ok della Regione - ha concluso l'assessore.
F.A.