Il Consiglio comunale ha approvato il nuovo regolamento per la Darsena

Varate norme più stringenti su concessioni e ormeggi nel "porto dei milanesi" L'obiettivo del dispositivo è tutelare le esigenze dei residenti e valorizzare la fruibilità degli spazi.

Con 25 voti favorevoli, 9 contrari e un astenuto, il Consiglio comunale Il 17 maggio ha approvato il nuovo regolamento della zona portuale della Darsena. Per la prima vota il "porto dei milanesi" potrà disporre di una normativa precisa, dettagliata e stringente per l'utilizzo di uno dei luoghi più simbolici e apprezzati dai cittadini e dai turisti.
Il passaggio in Consiglio comunale della delibera sul nuovo regolamento è stato complesso e ha visto la presentazione e la discussione di numerosi emendamenti durante il dibattito in aula. Il riordino normativo è stato messo a punto per garantire equilibrio tra sostenibilità ambientale, tutela delle esigenze di vivibilità dei residenti e valorizzazione economica degli spazi, perché la notevole attrattivià sul mercato della Darsena si traduca anche in risorse per fronteggiare gli altrettanto notevoli costi di gestione. I ricavi delle concessioni saranno infatti completamente destinati per la manutenzione della Darsena, che solo per la raccolta dei rifiuti costa all'Ente circa un milione di euro l'anno.
Il disciplinare definisce le regole per le concessioni di spazi (temporanei e ordinari) assegnati esclusivamente attraverso procedimenti di gara pubblica. Gli spazi da assegnare sono molto limitati sia per l'occupazione di suolo ed acqua sia per l'ormeggio di imbarcazioni.