Le colazioni gratis di Kellogg ai bimbi indigenti

L'iniziativa della multinazionale statunitense in Italia è partita da una scuola di Milano

Da una ricerca commissionata da Kellogg Italia - condotta su insegnanti e famiglie -, in Italia i bambini che vivono in condizioni di povertà assoluta sono oltre un milione e tra questi molti arrivano a scuola a digiuno. Per questo motivo la stessa Kellogg è promotrice, insieme a Croce Rossa Italiana, del primo "Breakfast Club" italiano.
 Un progetto che, rendendo disponibile gratuitamente la prima colazione a scuola, mira a contrastare l'indigenza alimentare nei bambini. È già stato avviato a Milano, presso l’Istituto Comprensivo Statale Fabio Filzi (zona Corvetto) e si prolungherà fino alla fine dell'anno, ma l'obiettivo è di ripetere l'esperienza anche il prossimo anno e di estenderlo in tutta Italia. Il progetto coinvolge anche bambini non disagiati: la scuola ha richiesto a tutti i genitori degli alunni l'intenzione di partecipare.
Ogni giorno è proposto un menù diverso in modo da apportare importanti nutrienti quali carboidrati, proteine, vitamine e minerali. Il Breakfast Club è un "luogo" dove non solo i bambini possono avere una colazione varia ed equilibrata ogni mattina, ma ricevono anche informazioni nutrizionali di base per acquisire maggiore consapevolezza su cosa mangiare e come non sprecare il cibo.
Quello di Kellogg è un segno concreto per aiutare chi ne ha più bisogno, a partire dalla prima colazione - ha dichiarato Sara Faravelli, della Kellogg Italia - e questo primo Breakfast Club è un importante traguardo, il primo passo per aiutare i bambini ad iniziare la giornata con la giusta quantità di energia, e a capire meglio i principi base della nutrizione, affinché possano fare tesoro di queste nozioni anche in futuro.
Abbiamo accolto con grande interesse questo progetto innovativo in grado di aiutare bambini che per diversi motivi arrivano a scuola senza aver fatto una colazione adeguata, o senza  averla fatta - ha dichiarato il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Statale Fabio Filzi.
Davide Lorenzano