Lipparini vuole Pannella come Lenin? No, grazie

Io ho parlato con Lorenzo Lipparini, l'assessore radicale qui a Milano, e penso che lui si stia muovendo per avere un bene demaniale come la Palazzina per Dario Fo, - Ha dichiarato Mauro Suttora ieri a Radio Radicale, ospitato da Diego Sabatinelli - E non è l'unica fonte che ci ha rivelato questo.
A chi vuole davvero bene a Marco Pannella non interessa un Mausoleo come quello per Lenin, una imbalsamatura di lusso in un luogo di lusso del potere per meglio imbalsamare le sue lotte e le sue idee. Interessa invece che la memoria del politico di "marciapiede" quale egli stesso si definiva continui a operare vicino alle persone per i cui diritti lottava, perché questo è utile NON a Pannella ma a noi tutti.
Il principio per cui "10 anni sono un tempo ragionevole per valutare l'opportunità di una simile decisione" non vale più perché è bastato un anno per la Palazzina per Dario Fo e per Franca Rame (alla quale erano già stati dedicati dei giardini prima di 10 anni dalla sua morte). E il Presidente di centrosinistra del Municipio 6 già chiede di intitolare un ponte ad Alda Merini prima di 10 anni dalla sua morte.
La giunta allora esegua il volere del Consiglio Comunale che, alla quasi unanimità senza voti contrari e con Del Corno che si era rimesso "al parere dell'aula", aveva chiesto di attivarsi per la deroga per intitolare da subito i giardini a Marco Pannella.
In questo quadro la proposta approvata dal Municipio 1 di intitolare al leader radicale un albero in Piazza Aquileia non ha più senso e già giorni fa abbiamo mandato al Presidente Arrigoni una lettera aperta per chiedergli di annullarla.

Web: iniziativaradicale.wordpress.com
Twitter: @AirCazzavillan
Facebook: Associazione per l'Iniziativa Radicale "Myriam Cazzavillan"