LUIGI ROTH CONFERMATO PRESIDENTE

DEL GRUPPO LOMBARDO DEI CAVALIERI DEL LAVORO

L’Assemblea dei Soci del Gruppo Lombardo della Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro ha confermato alla presidenza il Cavaliere del Lavoro Luigi Roth e nominato il Consiglio Direttivo composto da: Ali Reza Arabnia, Marco Bonometti, Domenico Bosatelli, Giovanni Cavallini, Giovanni De Censi, Daniela Guadalupi, Paolo Lamberti, Claudio Luti, Maria Giovanna Mazzocchi (vicepresidente), Franco Moscetti, Umberto Quadrino (vicepresidente), Fabrizio Rindi.
L’Assemblea ha inoltre nominato come tesoriere Salomone Gattegno.
Il Gruppo Lombardo dei Cavalieri del Lavoro conta oggi 120 Soci sui 553 iscritti a livello nazionale (più del 22%), un’importante rappresentanza qualitativa e quantitativa: basti pensare che i Soci sono imprenditori, titolari e manager di note e storiche Aziende – oltre che di realtà innovative – il cui fatturato rappresenta una quota di circa il 25% del PIL nazionale.
Il Gruppo lombardo dell’ultimo triennio ha avuto un approccio concreto sin dall’inizio: non per differenziarsi dal passato, ma perché la congiuntura e il contesto economico finanziario richiedevano un segnale di modernità, proponendo iniziative in sintonia con questo cambiamento.
Desidero ringraziare i Soci – dichiara Luigi Roth – per la rinnovata fiducia e per l’entusiasmante lavoro che, in grande sintonia, il Gruppo ha portato avanti nel corso del triennio. La condivisione di valori, l’attenzione all’etica e alla “restituzione” di esperienze, relazioni e risorse alla società, sono caratteristiche alla base dell’idea, che risale al secolo scorso, di associare in una Federazione nazionale e in Gruppi regionali tutti coloro che hanno ricevuto questa onorificenza che ancora oggi è “speciale”, diversa da tutte le altre. Per questa ragione è un dovere morale diffondere questi valori applicandoli al fare, con il pragmatismo che ci contraddistingue.