“Milan ID card”

Per far conoscere Milano agli studenti stranieri

Visite guidate gratuite ai chiostri del Piccolo Teatro oltre all’assistenza per ottenere i documenti di soggiorno, un aiuto per trovar casa e per scegliere il corso giusto e la possibilità di andare alla scoperta della Lombardia con un biglietto gratuito di Trenord. Sono questi alcuni dei servizi a disposizione degli studenti universitari, dottorandi nel portale www.studyinmilan.net, accessibili grazie alla “Milan ID card”.
Il progetto, partito lo scorso anno, è stato confermato ancora alla Camera di commercio con un accordo tra: Camera di commercio, Comune, Università degli Studi, Politecnico, Università Bocconi, Università degli Studi Bicocca, Università Cattolica, Università Iulm, Naba (Nuova accademia di Belle Arti Milano), Domus Academy, Humanitas University, Ied (Istituto europeo di design) e Accademia di Belle Arti.
In merito si è espresso l'assessore Cristina Tajani: Milano ID Card è uno strumento indispensabile per tutti gli studenti stranieri che scelgono Milano per ampliare la propria formazione, vivendo al meglio la città. Questa iniziativa è un ulteriore tassello nella definizione del profilo internazionale della città.
Con Expo è l’anno giusto per uno studente straniero che sceglie Milano - ha dichiarato Alberto Meomartini, vice presidente della Camera di commercio. - È la città di cui si parla meglio a livello internazionale per vivibilità, ospitalità e accoglienza e che in questo momento è ancora più di moda.
In undici mesi sono state 5.230 le “Milan ID card” rilasciate mentre sono 25 mila gli accessi al portale dedicato.
Ecco i dati dell'utilizzo di “Milan ID card”: il 20% degli studenti chiede sconti, il 17% la possibilità di partecipare agli eventi della città anche per moda e design, il 16% informazioni per muoversi meglio, il 12,4% aiuto per la lingua, l’11% strumenti e momenti d’incontro per fare nuove amicizie, l’11% assistenza e strumenti per migliorare la mobilità e i trasporti, il 10% aiuti e luoghi per abitare a Milano. Infine uno studente su tre (36%) ha usato “Milano ID card” per l’acquisto gratuito del biglietto di Trenord per visitare una meta in Lombardia.