MyFoody

L'app contro lo spreco alimentare

MyFoody ha come obiettivo quello di contrastare gli sprechi alimentari, puntando a combattere la fame e la malnutrizione. Nata come startup nel 2014 per mettere in contatto supermercati e consumatori, è la "prima piattaforma che ha come missione quella di abbattere gli sprechi alimentari del settore distributivo grazie alla forza del digital.
MyFoody punta a innovare il rapporto tra punto vendita e consumatore finale sia all’interno dei negozi sia al di fuori di essi, cercando di diminuire al minimo gli sprechi grazie anche all'app nata da poco (disponibile sia per iOs sia per Android), facendo conoscere al consumatore finale le offerte anti spreco, permettendo loro di trovare in pochissimo tempo i prodotti alimentari vicini alla scadenza o con difetti estetici nei punti vendita aderenti nelle vicinanze (grazie alla geolocalizzazione).
Il consumatore può conoscere in tempo reale tutte le offerte sulla merce a rischio spreco, grazie anche all'alert che invierà notifiche quando i loro punti vendita preferiti pubblicheranno nuove promozioni.
Naturalmente una grossa parte bisogna poi farla tra le mura domestiche, poiché anche lì avviene una grossa parte dello spreco di cibo.

I premi vinti da MyFoody:
“Foodwaste reduction” (premio nazionale);
“Alimenta2Talent” (premio nazionale);
"Premio migliori 100 startup italiane" (premio europeo);
"Uno dei migliori 35 progetti di social innovation Europei" (premio europeo);
"menzione d’oro al Wind Green Award" (premio europeo);
"patrocinio gratuito di Expo Milano 2015" (premio nazionale).
Flafer