Novità nelle mense delle scuole meneghine, più frutta e prodotti bio

 Novità in arrivo sulle tavole delle mense cittadine per il nuovo anno scolastico. La Food Policy del Comune di Milano vuole offrire agli oltre 65mila bambini che usufruiscono del servizio mensa pasti sani ed educativi. Le novità sono state presentate a Palazzo Marino da Milano Ristorazione, la società del Comune che si occupa del servizio di ristorazione scolastica. Si comincia con l’offerta della frutta a metà mattina, sono già numerose le scuole primarie che hanno aderito a questa iniziativa lo scorso anno scolastico, ma oltre alle conferme si attendono altre adesioni entro il 20 ottobre per ricevere la frutta dalla mattina del 13 novembre. Per la sensibilizzazione del consumo di frutta nelle scuole, ogni mese, a partire da novembre, sarà dedicato a un frutto, alle sue caratteristiche nutrizionali e alla sua provenienza, fino ad arrivare a maggio quando durante Food City si terrà un evento al quale potranno partecipare le famiglie dei bambini delle materne in una scuola di uno dei nove municipi. La frutta che arriverà sulle tavole sarà sempre più biologica e se con l’anno scolastico appena concluso rappresentava il 30% del totale, con l’anno appena iniziato, tutta la frutta sarà biologica (uva, pere, mele, clementine, arance). Anche le banane, del mercato equo e solidale, saranno bio per il 60%.  Biologico sarà anche lo Yogurt prodotto con latte lombardo e del Parco agricolo Sud. Anche il riso sarà a chilometro zero del Distretto agricolo milanese e il pane, da ottobre per una settimana al mese sarà bio. Capitolo lotta agli sprechi, già da fine settembre e in circa 100 scuole prenderà il via il programma Siticibo di Fondazione banco alimentare per il recupero di frutta e pane ancora commestibili, a tal fine saranno posti nei refettori dei contenitori personalizzati Siticibo. Novità anche per il menù, che subirà modifiche stagionali, con l’introduzione di piatti più adatti a un eventuale clima più freddo in autunno o pietanze più adeguate a un clima più caldo in primavera. E ancora nel menù saranno introdotti la platessa e gli spaghetti. Grazie a una App di Milano ristorazione si potrà conoscere il menù della giornata e in ultimo, in un paio di scuole sarà sperimentato il servizio tavolo dei condimenti per far scegliere gli stessi ai bambini, secondo i loro gusti, mentre nelle Case Vacanze ha già avuto successo la sperimentazione della colazione che comprende oltre alle classiche bevande calde e pane, anche frutta fresca, spremute, cornflakes e yogurt.

Manuelita Lupo