Nuove norme regionali

In tutte le case con affitto «breve» devono esserci canovacci e phon

Con una norma di dettaglio, la Regione Lombardia col regolamento 7/2016, attuativo della legge regionale 27/2015 stabilisce che i proprietari hanno tempo sino all'8 agosto 2017 per adeguarsi.
La norma - ha spiegato Achille Colombo Clerici, presidente di Assoedilizia, - che ha segnalato i nuovi adempimenti si inserisce nel vuoto della legislazione nazionale creato dalla sentenza della Corte Costituzionale 80/2012, che ha dichiarato l'illegittimità di molte norme del DLgs 79/2011.
La norma non si limita a regolare l'offerta tradizionale, come bed & breakfast, ostelli, locande e affittacamere ma comprende nella definizione di "case vacanza" anche le semplici locazioni inferiori ai 30 giorni a scopo turistico. Questa inclusione - prosegue Colombo Clerici - è del tutto irragionevole dal punto di vista economico, dal momento che è evidente che chi affitta, magari solo per un mese all'anno, non intende svolgere un'attività turistica ma mettere a frutto il suo bene. Sí tratta di un'invasione della competenza statale in materia di diritto civile.
La legge lombarda impone infatti degli obblighi al proprietario dell'immobile e ne sanziona le violazioni come si trattasse di attività imprenditoriale: per poter procedere alla stipula del contratto occorre una comunicazione preventiva al Comune, pena una sanzione da 2mila a 20mila euro.
Viene introdotto, tra l'altro, l'obbligo di esporre i prezzi in due lingue straniere, comunicare le presenze alla Ps, stipulare una polizza assicurativa a favore dei clienti per la responsabilità civile, comunicare l'interruzione o la cessazione dell'attività. Nel regolamento di attuazione si indicano anche dei "requisiti minimi obbligatori" 
degli appartamenti per vacanze, arrivando a precisare quanti strofinacci e 
coltelli da cucina debbano esserci; poi ci vuole sempre un bidet salva 
«impossibilità tecnica», lavatrice e stendino e un comodino per ogni letto. 
Senza
dimenticare la cassetta di primo soccorso e l'estintore. Insomma, si trasforma 
il padrone di casa in albergatore.