PalaComieco: le fasi del riciclo di carta e cartone.

Carta e cartone buttati in un cassonetto bianco. Già, ma a cosa servirà questo gesto che fanno mamma e papà. E ancora, ma dove andrà a finire tutto quel materiale?

Tante domande da parte dei più piccoli, le cui risposte possono valere anche per i grandi. Quello del riciclo di carta e cartone è un vero e proprio viaggio, per certi versi anche magico e Comieco (Consorzio nazionale per il recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica) per sensibilizzare bambini e adulti sul capitolo raccolta carta differenziata, inizia questo tour da Milano. Il Consorzio quest’anno celebra 30 anni di attività e 10 anni del PalaComieco che per l’occasione si è rifatto il look. L’iniziativa è realizzata da Comieco con la collaborazione del Comune e AMSA, Gruppo A2A. Al taglio del nastro per l’inaugurazione della struttura, era presente anche una scolaresca. 
Quella piccola fatica che dobbiamo fare per separare gli oggetti - ha spiegato ai bambini l'assessore alla Mobilità e Ambiente Pierfrancesco Maran - ha un valore molto importante per l’ambiente e quanto fatto dopo il lavoro complesso di altre persone fa sì che i materiali ritornino a essere utilizzabili. Il PalaComieco, inaugurato il 22 ottobre, é composto da tre padiglioni di cartone, nel primo i bambini imparano, con l’aiuto di guide ambientali, a conoscere e “scoprire” la carta, le tante applicazioni che ha, le varie tipologie, ma anche gli imballaggi, come sono composti e come si ricicla, nel secondo viene spiegato il “ciclo del riciclo”. Tramite postazioni interattive si elimina quello che non si può riciclare. Si passa alla cartiera divisa in due sezioni, il pulper (una sorta di frullatore dove la carta viene spappolata insieme all’acqua) dal quale esce l’impasto. Quest’ultimo finisce in una macchina continua in miniatura (2° sezione) che trasforma il macero in carta riciclata, infine uno speciale plotter dà la possibilità di scegliere l’imballaggio (porta matite, porta occhiali etc.). Nel terzo padiglione i ragazzi partecipano a un quizzone di 16 domande sull’uso della carta e per tutti premio finale. Ma come nasce l’idea di questi padiglioni itineranti?
È il modo che abbiamo ritenuto più semplice - spiega Carlo Montalbetti direttore generale di Comieco - per far conoscere il ciclo del riciclo, senza necessariamente portare in cartiera bambini e famiglie per far capire quanto è importante il gesto quotidiano della raccolta differenziata. Qui si ha la dimensione di cosa succede nel momento in cui si conferisce al Comune la raccolta di carta e cartone. Il PalaComieco si è fermato a Milano dal 25 ottobre in piazza del Cannone e nel suo tour autunnale toccherà altre città: Cuneo, Napoli, Reggio Calabria e Lucca. L’iniziativa rientra nel programma di Expoincittà e Bookcity.
Ci è sembrato opportuno - conclude Montalbetti - perché ancora oggi la maggior parte delle letture le facciamo sui libri stampati su carta, quindi un contesto ideale
Manuelita Lupo