8 marzo, #PARITÀDIGENERE

Mostre, eventi, convegni, spettacoli organizzati dal comune di Milano per essere tutti in campo con le donne

Milano per le donne non un giorno, ma ogni giorno e il coinvolgimento degli uomini per creare una reale parità di genere: questi i temi di fondo scelti dall’Amministrazione per il prossimo 8 marzo in cui si terrà, tra l’altro, una grande manifestazione nazionale contro la violenza, assolutamente condivisibile. Stiamo lavorando a un palinsesto che riunisca e valorizzi la ricchezza di espressioni che la Città saprà offrire in questa occasione, grazie all’impegno dei municipi e di associazioni da sempre impegnate in queste tematiche (convegni, presentazioni di libri, concerti, mostre e molto altro). Abbiamo scelto di utilizzare testimonial maschili per una campagna di sensibilizzazione perché riteniamo che quella per la parità di genere debba diventare sempre di più una battaglia comune: così Daria Colombo, delegata per le Pari opportunità ha presentato le attività e le buone prassi organizzate per la festa delle donne lo scorso 27 febbraio a Palazzo Marino.
I testimonial scelti per la campagna pubblicitaria sono il portiere del Milan Gianluigi Donnarumma e il centrocampista dell’Inter Roberto Gagliardini insieme al sindaco Giuseppe Sala.
 Milano – ha detto il Sindaco - è la prima città italiana per occupazione femminile: circa il 65% delle donne milanesi tra i 20 e i 64 anni lavora, contro il 47,2% della media nazionale e il 60,4% di quella europea. Anche per questo motivo, vogliamo che il nostro messaggio diventi virale e che da Milano parta un’onda positiva, un movimento per la parità di genere e in difesa dei diritti delle donne. La nostra intende essere una vera e propria ‘call to action’. Ecco perché ho deciso di metterci la faccia, nel vero senso della parola.
I loro volti sono così ritratti su manifesti, locandine e cartoline con il messaggio #PARITÀDIGENERE - Mettiamoci la faccia!, invitando tutti i cittadini  a fare lo stesso anche sui social network. Sarà, infatti, possibile inserire la propria immagine di profilo Facebook nella cornice grafica della campagna, con hashtag e claim, grazie a una App online gratuita. Per sensibilizzare ulteriormente i milanesi sarà, inoltre, diffuso un breve video dal titolo Le idee sbagliate crescono con loro, realizzato dall’associazione Farexbene Onlus, impegnata in attività di sostegno alle donne vittime di abusi e violenza per sottolineare l’importanza e il ruolo strategico dell’educazione al rispetto e alla parità di genere nella crescita dei più piccoli, uomini e donne di domani. Nella definizione del palinsesto degli eventi  gli appuntamenti spaziano dalla Pagina bianca, un immenso telo che coprirà piazza del Duomo, ideato dall’artista Ivan Tresoldi e realizzata dall’associazione Farexbene per permettere a chiunque di lasciare la propria testimonianza sulla parità di genere e contro la violenza alla presentazione del libro curato da Giovanna Pezzuoli e Luisella Seveso presso la Fondazione Bracco dal titolo 100 donne contro gli stereotipi per la scienza al Ritratto di donna, compositrici da (ri)scoprire, al Museo del Novecento/Sala Arte povera allo spettacolo teatrale in sala Alessi a Palazzo Marino Pensavo di vestirmi da uomo con accompagnamento musicale e la partecipazione di  Lucia Vasini, al Mandala di sale, realizzato da Casa delle donne, in collaborazione con l’Accademia delle Belle arti di Brera e Artémix, in occasione della manifestazione nazionale Non una di meno, contro le violenze di genere e il femminicidio in Galleria Vittorio Emanuele II; alla mostra dall’8 al 22 marzo - Donne spezzate, dell’artista Anna Santinello a  Palazzo Marino nel  Cortile e Sala Tempera. Sono sculture in filo d’acciaio attraverso le quali la scultrice esprime, con un forte senso  del corpo e della sofferenza, il dolore delle donne che hanno subìto violenza. Sono realizzate in acciaio riciclato per simboleggiare la condizione di abbandono delle donne maltrattate, ma da questo materiale di scarto nascono nuove forme così come nuove donne più forti per la loro sofferenza. Nel corso della giornata, inoltre, un palco in piazza Duomo ospiterà diversi interventi espressione della cultura femminile, sui temi delle pari opportunità, del lavoro e del welfare e per la prevenzione della violenza sulle donne e del femminicidio. Dice Jo Squillo, organizzatrice di questo evento: La  Giornata Internazionale della donna tornerà a essere un momento di mobilitazione e darà un contributo informativo e di immagine a favore di una crescita culturale della città di Milano. 
Mentre la Città metropolitana declina il suo 8 marzo all'insegna del benessere con un convegno, presenti  il sindaco della Città Metropolitana di Milano Giuseppe Sala e la vice sindaca Arianna Censi dal titolo: Il Benessere organizzativo come obiettivo strategico.  All'interno delle organizzazioni complesse, oggigiorno, le lavoratrici e i lavoratori giocano un ruolo centrale e il benessere organizzativo, cioè la capacità di promuovere e mantenere il benessere fisico, psicologico e sociale del personale, anche attraverso la valorizzazione del lavoro delle donne, è la strada da percorrere per creare valore pubblico.
GIUSI DE ROMA

Il calendario completo degli eventi, aggiornato in modo costante, è disponibile online, sul sito del Comune http://www.comune.milano.it/milanoperledonne