Per nutrire l’anima

Musica e Arte nelle chiese di Milano 20 Concerti con il progetto “CoriMilano”

“Movida” e “dimorare” dei residenti dei Navigli possono coesistere? Forse, dal vociare, dall’urlare, dal frastuono, da un’oggettiva prevaricazione, bisognerebbe passare all’ascolto. In questo senso anche la musica può essere utile. Una proposta è costituita dalla stagione concertistica Per nutrire l’anima. Musica e Arte nelle chiese di Milano, giunta alla terza edizione. Un percorso di venti concerti, che da maggio è andato snodandosi luogo le dodici chiese del Decanato Navigli: da Santa Maria delle Grazie al Naviglio a San Cristoforo, passando da Santa Maria della Fonte per giungere a San Barnaba in Gratosoglio, fino ai Santi Pietro e Paolo ai Tre Ronchetti, estrema periferia sud della nostra città, perché ogni quartiere deve avere sempre più occasioni di attenzione. In questi mesi di settembre e ottobre la seconda parte della Rassegna prevede un calendario di 9 concerti a ingresso libero info: ww.periferiemilano.com. Tra l’altro, sarà protagonista una folta pattuglia di cori milanesi (Coro Voces amoenae, Coro Florete Flores, Gruppo vocale Karakorum, Voci e Suoni agli Olivetani, Corale polifonica sforzesca, Coro polifonico Città di Cernusco e Corale ambrosiana). Ciò, anche grazie al Progetto CoriMilano - Il Polo dei Cori amatoriali milanesi, promosso dal 2011 da Consulta periferie Milano e organizzato da Associazione culturale Il Giuscano-Figino, Associazione culturale Corale ambrosiana, Associazione Mosaiko, Associazione culturale Il Clavicembalo verde con  l’obiettivo di qualificare socio-culturalmente la cosiddetta periferia, quasi sempre presentata come luogo di degrado e solitudine. Attualmente, hanno aderito al progetto 40 Cori amatoriali milanesi, mentre sono una decina le rassegne che si sono consolidate nel tempo nei quartieri periferici, con decine di concerti a ingresso libero.“Per nutrire l’anima”, quindi, è un’iniziativa destinata a crescere e a durare nel tempo, anche nell’ambito di un “sistema socio-musicale periferico”, che associa la Rassegna Concerti in Periferia e, appunto, il Progetto “CoriMilano”. Anche quest’anno una programmazione complessiva di oltre cento concerti a ingresso libero. 
Con residenti e frequentatori dei Navigli sono auspicabili altre forme di condivisione, anche con il coinvolgimento di istituzioni e associazioni. In ascolto.
Angelo Mantovani
Il Clavicembalo Verde