Piano di Atm per Expo

Atm ha già un piano per intensificare i trasporti durante il periodo dell'Expo: più straordinari, solo 15 giorni di ferie durante il semestre dell'Esposizione, turni notturni, il sabato, la domenica e nel mese di agosto.

Per ora si tratta solamente di un'ipotesi, che però è già stata messa per iscritto dall'Azienda trasporti milanesi. 
Atm ha chiesto maggiori sacrifici a macchinisti e tranvieri, potenziando ugualmente il trasporto con un maggiore risparmio. Tutto questo diventa una questione di soldi: la richiesta era di 52 milioni di euro, mentre il Governo ne ha stanziati solamente 35. Chi provvederà a “sborsare” gli altri 17?
I sindacati chiedono a gran voce un accordo tra Atm e Comune che però stenta ad arrivare. Ci sono stati già due incontri tra i delegati di Atm e gli assessori alla Mobilità, Pierfrancesco Maran, e alle Politiche per il lavoro, Cristina Tajani. Maran ha dichiarato che i conti tornano poiché il vuoto di 17 milioni sarà colmato dalla vendita dei biglietti.
Stiamo a vedere cosa succederà: si spera che si trovi un accordo tra Atm e Comune e che i conti tornino, altrimenti ci potrebbe essere il pericolo di un malfunzionamento dei mezzi pubblici proprio durante l'evento più atteso degli ultimi anni.
F.A.