Presentato “FacciAMO bella la nostra città”: l'opuscolo contro il graffitismo illegale

Sarà distribuito nelle scuole.

Continua l’impegno dell’Amministrazione comunale contro il graffitismo illegale con l'iniziativa presentata nella mattinata del 15 aprile dall’assessore Carmela Rozza. In collaborazione con Atm e alcuni cittadini è stato realizzato l’opuscolo “FacciAMO bella la nostra città”, un manuale d'educazione civica per l’arte di strada e il contrasto al graffitismo, stampato in 25mila copie che saranno distribuite nelle scuole di Milano, nei Consigli di zona, nelle biblioteche e negli oratori.
Quest'iniziativa è il completamento del percorso avviato con 'Scuole Facciamola pulita', - ha dichiarato l’assessore Rozza. - Abbiamo ricevuto le adesioni dei privati, di Atm e dell’Orchestra Verdi che dimostrano la grande risposta che il cleaning day continua a ottenere in città.
Cos’è il graffitismo vandalico, com’è nato, quali sanzioni sono previste per contrastarlo? Cos’è l’arte di strada legale e ammirata in tutto il mondo, chi sono gli artisti più famosi? A queste domande che gli studenti si pongono, in considerazione del fatto che le scuole sono tra i bersagli preferiti dei writers, risponde “FacciAMO bella la nostra città”, l'opuscolo di 24 pagine nato da un’idea del presidente del Comitato Abruzzi Fabiola Minoletti e realizzato con la collaborazione del giornalista Stefano Di Battista e della grafica Sara Luciani.
In particolare l’opuscolo descrive la storia del graffitismo, con le cronache giornalistiche dei primi graffiti per arrivare ai nostri giorni. C’è l’analisi del writer, ovvero chi è, cosa fa, quanti anni ha, il ceto di provenienza ma c’è anche l’arte di strada che si sviluppa nella legalità e si sta imponendo anche in Italia.
Famo