PRIMO INCONTRO PER ESTENDERE IL BIKE SHARING FREE FLOATING

Alla presenza di circa 40 comuni della Città metropolitana, si è tenuto il primo incontro sull’estensione del servizio di bike sharing free floating nell’area metropolitana milanese. Un incontro durante il quale è stato espresso interesse ad ampliare un servizio flessibile, agile e in grado di integrare i sistemi di mobilità già presenti sul territorio. Fra i partecipanti, le Amministrazioni di Sesto San Giovanni, Cinisello, Bresso, Cesano Boscone, Cassano, Cormano, Cornaredo, Arese, Baranzate, Bollate, Buccinasco, Cassina de’ Pecchi, Garbagnate, Legnano, Locate Triulzi, Novate, Peschiera Borromeo, San Donato, San Giuliano, Trezzano, Vimodrone. “Il bike sharing free floating si sta rivelando un sistema molto gradito dai cittadini che già oggi portano le biciclette fuori dai confini della città. È importante fare sistema e creare integrazione,” - ha dichiarato l’assessore alla Mobilità e Ambiente Marco Granelli.  "Sono soddisfatta, - ha aggiunto Siria Trezzi, consigliera delegata ai Trasporti e alla Mobilità della Città metropolitana - che 40 comuni della Città metropolitana abbiano deciso di partecipare al confronto teso a estendere il bike sharing ‘free floating’ già attivo a Milano. Nei prossimi giorni vedremo quante adesioni ci saranno al protocollo d'intesa. È un'importante occasione che, se colta, avrà interessanti ricadute in termini di miglioramento di qualità della vita per i cittadini dell’area milanese oltre che la risposta a una richiesta che proviene con sempre maggiore forza dal territorio: allargamento in modo omogeneo e coordinato dei servizi dal capoluogo dell’area metropolitana e inclusione dei cittadini".