RECUPERO E LA COSTRUZIONE DI NUOVE SCUOLE NELLE PERIFERIE

Dalla Console Marcello alla media del quartiere Adriano, dal plesso di via Crespi al nuovo edificio in via Catone: i progetti che parteciperanno all’avviso pubblico regionale per l'erogazione dei fondi nazionali per un completamento di 52 milioni di euro

Sono quattro i nuovi progetti per recuperare e costruire nuove scuole a Milano approvati con immediata eseguibilità dalla Giunta per consentirne l’inserimento nel Piano Triennale delle Opere pubbliche, oltre che la partecipazione al bando per la raccolta del fabbisogno di interventi di edilizia scolastica del Piano Triennale Regionale 2018-2020.
“Era assolutamente prioritario approvare al più presto queste delibere, anche per non perdere la possibilità di partecipare ai bandi regionali, tramite cui vengono erogati i fondi che il Governo ha dedicato proprio alla copertura del fabbisogno scolastico delle città - ha dichiarato l’assessore all’Educazione ed Edilizia scolastica Laura Galimberti. - Vorrei davvero ringraziare tutti gli uffici che nelle ultime settimane si sono dedicati all’aggiornamento e all’approvazione dei progetti che ora possiamo candidare per il reperimento dei fondi nazionali, che vanno a integrare le risorse già stanziate dal Comune di Milano”.  
Si parte dalla Scuola primaria di via Console Marcello 9, nel Municipio 8, interessata di recente da problemi ai solai, per la quale si è resa necessaria una nuova progettazione volta a conservare l’edificio esistente, prevedendo tutte le opere necessarie a ripristinare le condizioni di sicurezza e agibilità della scuola. Si è passati così da un finanziamento di 1 milione di euro, a un progetto da 3,5 milioni di euro.
Anche per il quartiere Adriano, nel Municipio 2, è stato approvato un progetto per la Scuola secondaria di Primo grado con un importo superiore a quello stimato nel 2016: da 10 a 15 milioni di euro per consentire la bonifica dell’area e adeguarsi ai nuovi standard indicati dal Miur. In particolare, l’utilizzo flessibile degli spazi - anche per funzioni extrascolastiche - e il raffrescamento di tutta la scuola per attività estive.
Passa da 8 a 16,8 milioni di euro il progetto per il risanamento del plesso scolastico di via Crespi 40, nel Municipio 9, che è stato aggiornato prevedendo, oltre alla bonifica dall’amianto, anche l’adeguamento sismico alle nuove norme, l’ottenimento della classificazione per il contenimento energetico, la realizzazione di chiusure altamente performanti dal punto di vista acustico e l’utilizzo di fonti rinnovabili.
Diventerà infine una nuova scuola Secondaria di Primo grado del Municipio 9, al servizio dei quartieri Dergano/Bovisa, l’attuale Polo Catastale di via Catone. Per rispondere alle esigenze del quartiere, infatti, si è scelto di ridestinare ad uso scolastico l’edificio che oggi ospita servizi comunali non strettamente connessi al quartiere e dunque ricollocabili in altre zone della città. L’importo stimato per la bonifica, la demolizione e la ricostruzione della scuola è di 16,5 milioni di euro.