SECONDA EDIZIONE DI “PHOTO VOGUE FESTIVAL” TRA PALAZZO REALE E BASE

È snob e provinciale liquidare la moda come mera frivolezza (…) Gli abiti parlano: di potere, di bellezza, di piacere, di sesso, di soldi, di classe, di desiderio, di genere, di età – delle aspirazioni e disperazioni di milioni di persone”. Lo ha detto anni fa Judith Turman al New Yorker ed è stata proprio questa idea a ispirare il Photo Vogue Festival, primo festival internazionale della fotografia di moda legato a un magazine, Vogue Italia, che dopo il successo dell’edizione inaugurale del 2016 torna a Milano dal 16 al 19 novembre.

La seconda edizione del Festival ruota attorno a due location principali. Palazzo Reale ospita, grazie al patrocinio del Comune di Milano – Cultura e Palazzo Reale e grazie al contributo di Mediolanum Farmaceutici SpA, una monografica del maestro della fotografia di moda Paolo Roversi, famoso per la ricerca della luce e per l’uso della polaroid grande formato che dà a ogni scatto l’unicità propria delle opere d’arte. “Paolo Roversi – Stories”, promossa e prodotta da Vogue Italia, articola il suo percorso, attraverso le 9 stanze degli Appartamenti del Principe, appunto in 9 «storie».

Nello spazio industriale riconvertito di Base Milano, invece, Vogue Italia organizza, con il sostegno di Huawei, Martini, Mediolanum Farmaceutici SpA e Natuzzi Italia, due collettive. Fashion & Politics in Vogue Italia ripercorre – attraverso le controverse storie sulle catastrofi ambientali, sulla violenza, sulla diversità, sull’ossessione per la chirurgia plastica – la tradizione del magazine come veicolo di «moda come statement», che continua sotto la direzione di Emanuele Farneti con la recente copertina sul bacio e l’ultimo numero tutto Over 60. Photo Vogue è invece il risultato di uno scouting tra le autocandidature presentate sulla piattaforma fotografica di Vogue.it, fatto da una giuria internazionale che comprende, tra i tanti, l’artista Bruce Weber.

Sempre a Base Milano, il programma del Photo Vogue Festival, diretto dal Photo Editor di Vogue Italia Alessia Glaviano, prevede una serie di talk con esperti del panorama fotografico mondiale, e la presenza di rinomati curatori, editori e photo editor a disposizione di alcuni talentuosi fotografi selezionati che avranno la possibilità di sottoporre il proprio portfolio al loro esame. Mentre in numerose istituzioni culturali, scuole di fotografia e gallerie specializzate di tutta la città verranno realizzate mostre durante i giorni del Festival, che anche quest’anno metterà Milano al centro del panorama internazionale della fotografia di moda e autoriale. Il programma dettagliato è su Vogue.it.

Torna per la seconda volta a Palazzo Reale un Festival che si pone all’intersezione tra moda e fotografia, confluendo in una mostra d’arte che quest’anno si allarga anche a Base – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno –. Così storie di lavoro e di bellezza, di arte e sapienza vengono raccontate a Milano attraverso lo sguardo di fotografi pieni di talento, per regalarci una volta ancora la grande magia della moda”.

Siamo particolarmente felici di celebrare Paolo Roversi a Palazzo Reale - dice il direttore Emanuele Farneti -. Il suo percorso, che lo ha visto attraversare 50 anni di storia della fotografia con coerenza e poesia, è una parte insostituibile dell’identità di Vogue Italia”.

Moda e fotografia sono entrambi linguaggi: parlano all'uomo moderno, definiscono la sua esperienza e il suo mondo - commenta Alessia Glaviano, photo editor di Vogue Italia e direttore artistico del Festival. - Photo Vogue Festival vuole essere il luogo dove moda e fotografia si incontrano e dialogano, offrendo al pubblico una vetrina privilegiata e, ai giovani fotografi, un'occasione altrimenti impossibile di confronto con molti dei più grandi professionisti della fotografia contemporanea. È un gesto di apertura e condivisione, l’inizio di un dialogo che potrà proseguire oltre le date e lo spazio fisico del Festival”.

USCM