SEQUESTRATI AGLI OH BEJ OH BEJ OLTRE 260 TRA COLTELLI, MANGANELLI E TASER

Non potevano essere vendute in una bancarella ambulante, per questo motivo circa 260 armi come coltelli a serramanico, manganelli e taser sono stati sequestrati dalla Polizia Locale alla fiera degli Oh bej Oh bej. La legge consente di vendere i normali strumenti da punta e da taglio in forma ambulante - ad esempio coltelli da cucina o forbici - con un’autorizzazione del Comune. Per quanto riguarda invece le armi, è assolutamente vietata ogni forma di vendita ambulante. Gli agenti della Polizia Locale sono intervenuti dopo aver visto che alcune persone, fra cui minori, maneggiavano incuriositi questi pericolosi strumenti. Sono stati posti sotto sequestro pugnali, coltelli a spinta, a farfalla, a scatto, baionette con aggancio per fucile, manganelli telescopici, tirapugni e altri strumenti la cui destinazione prevalente è l’offesa alla persona. Sono stati trovati anche dei taser, pistole a diffusione elettrica capaci di lanciare dardi che raggiunto il bersaglio rilasciano scosse elettriche, e storditori elettrici. L’espositore è stato denunciato a piede libero per commercio non autorizzato di armi.

“L’Amministrazione - ha spiegato l’assessore alla Sicurezza Carmela Rozza - sta investendo pesantemente nei controlli della Polizia Locale con sforzi eccezionali per tutelare i cittadini e i commercianti onesti”. 

Ancora una volta l’attento controllo della Polizia Locale - ha concluso il comandante della Polizia Locale Marco Ciacci - ha permesso di bloccare la vendita di questa pericolosa merce. Soprattutto in questo periodo è importante prevenire comportamenti che possano rivelarsi pericolosi”.