Seveso. De Cesaris e Maran: “Bene il governo. Pronti a partire con le opere.”

Il governo, nell’incontro tenutosi il 20 novembre a Palazzo Chigi sul dissesto idrogeologico, ha confermato il finanziamento degli 86,7 milioni di euro necessari, insieme ai 20 milioni già stanziati dal Comune di Milano e ai 10 milioni garantiti dalla Regione Lombardia, alla realizzazione del progetto di difesa idraulica e di depurazione delle acque del Seveso.

La costruzione delle vasche di laminazione partirà, dunque, nei tempi prestabiliti. Il primo cantiere sarà quello di Senago, che si aprirà a giugno 2015.?L’esecutivo ha anche ribadito la propria disponibilità a finanziare le opere di contenimento del Lambro, il cui progetto di messa in sicurezza 
dovrà essere presentato dalla Regione Lombardia entro il 4 dicembre. 

Inoltre, ai Comuni italiani colpiti dal dissesto idrogeologico sarà garantita la copertura dei costi di progettazione delle opere di messa in sicurezza del territorio, che per l’80% del loro valore saranno svincolate dal Patto di Stabilità. Infine, il ministero dell’Ambiente stanzierà un fondo di 10 milioni di euro per aiutare i sindaci nelle opere di abbattimento degli edifici realizzati in aree a rischio.

Soddisfazione da parte del vicesindaco di Milano Ada Lucia De Cesaris e dell’assessore alla Mobilità e Ambiente Pierfrancesco Maran: “Una riunione concreta ed operativa – hanno commentato - che certifica definitivamente che vi sono le risorse per realizzare il piano nella sua interezza. Piano predisposto grazie alla forte collaborazione tra Comune e Regione, e che oggi quindi non ha più ostacoli per essere realizzato”.