Trasporti, nuovo sistema Poste-Atm per pagare le multe

Da sabato 23 aprile le multe Atm possono essere pagate presso gli sportelli postali senza dover compilare il consueto bollettino.

Ciò è reso possibile grazie alla collaborazione fra Poste Italiane e Atm. Le aziende hanno collegato i loro sistemi informativi così da garantire la certezza nelle procedure di pagamento. Le piattaforme informatiche si aggiornano simultaneamente sull'importo da pagare e sul momento in cui avviene l'operazione. Adesso sarà possibile regolarizzare più velocemente le multe per i passeggeri sprovvisti dei titoli di viaggio risparmiando tempo e complicazioni burocratiche.
Poste Italiane e Atm hanno ancora una volta innovato e agevolato le procedure di pubblica amministrazione: con i nuovi palmari gli agenti potranno velocizzare e facilitare la propria importante attività di controllo. I supporti tecnologici stamperanno lo scontrino contenente tutti i dati della sanzione con cui l'utente potrà pagare direttamente l'importo presso lo sportello di un ufficio postale. L'utente che incorrerà in una sanzione e deciderà di non saldarla sul posto, non riceverà più il tradizionale verbale cartaceo ma dovrà apporre la firma direttamente sul palmare che stamperà lo scontrino con cui dovrà recarsi presso gli uffici postali per versare l'importo dovuto. <>.
Già nell'ultimo anno l'azienda di autotrasporti ha registrato il successo della propria App, scaricata da oltre 1 milione e 300 mila utenti, ma anche del sistema di mobile ticketing con oltre 1 milione e mezzo di biglietti venduti e, ancora, della modalità di convalida tramite QR Code utilizzato da quasi 1 milione e 300 mila passeggeri. Attraverso un uso sempre più frequente degli strumenti digitali, Atm supporta il lavoro dei controllori. Dal 2011, il numero dei passeggeri controllati è cresciuto del 74,3% sull'intera rete, passando da circa 2.300.000 unità a oltre 4 milioni.
Davide Lorenzano