Periferie, Sala a Vivere Milano: "Cascina Nosedo sarà polo agricolo all'avanguardia"

"Il dinamismo che la nostra città può vantare non si percepisce solo in centro". Il Sindaco fa il punto sulle periferie a due giorni dalla visita della Commissione parlamentare

Martedì 7 marzo la Commissione parlamentare di inchiesta sulle condizioni di sicurezza e sullo stato di degrado delle città e delle loro periferie - istituita nel luglio 2016 - ha visitato in due giornate la zona sud di Milano per verificarne le condizioni. Ad accompagnarla, il sindaco Giuseppe Sala.
Andrea Causin - Presidente della Commissione dal 25 novembre 2016 - ribadisce la "percezione di insicurezza" insistente nelle periferie e nell'hinterland milanese. Una condizione già ampiamente segnalata da cittadini e associazioni locali e che torna al centro del dibattito, adesso, anche parlamentare. In ogni caso, Causin ha anche sottolineato la distanza "marcata" fra le periferie milanesi e quelle romane o napoletane. In questa occasione, Sala ha ribadito la volontà dell'Amministrazione di lavorare sulle periferie, cercando di migliorare la situazione dal punto di vista delle abitazioni ma anche dei quartieri per renderli più vivibili e attraenti ai giovani che arrivano a Milano. In particolare, la visita della Commissione parlamentare d'inchiesta sulle periferie ha interessato la cascina Nosedo. Presenti anche gli assessori Pierfrancesco Majorino, Gabriele Rabaiotti e Cristina Tajani e il delegato del sindaco alle periferie Mirko Mazzali. L'Amministrazione comunale ha illustrato ai parlamentari il progetto di 6 milioni di fondi europei dopo la riqualificazione della cascina Nosedo.
Il gruppo ha inoltre perlustrato l'area di Rogoredo, nell'ultimo periodo scenario di traffici illeciti di stupefacenti, le cui notizie hanno occupato ampi spazi di approfondimento (il cosiddetto "boschetto della droga"). Mazzali ha illustrato il piano di disboscamento in atto per cercare di rendere meno invitante la zona agli spacciatori, ma non è ancora chiaro un piano per la messa in sicurezza e la bonifica. La visita alle periferie si è conclusa con il quartiere Corvetto-Mazzini.
Sono felice che la Commissione parlamentare di inchiesta sulle periferie, a cominciare dal presidente Andrea Causin, abbia riconosciuto Milano come "esempio di buone pratiche" da replicare in tutta Italia. - Ha dichiarato il sindaco di Milano Giuseppe Sala a Vivere Milano a cui abbiamo chiesto un resoconto a conclusione della visita dei rappresentanti parlamentari. - Il dinamismo che la nostra città può vantare, infatti, non si percepisce solo in centro. Pensiamo alla Cascina Nosedo, nell'area di Porto di Mare, da dove siamo partiti nel nostro sopralluogo con la commissione: sarà riqualificata e trasformata in un polo agricolo all'avanguardia. Questo è uno dei segni tangibili e dei progetti concreti che come Amministrazione stiamo portando avanti, per far sì che la città si allarghi e le periferie diventino più gradevoli e a misura di cittadino, sul fronte dei servizi offerti e delle opportunità di crescita professionale e personale che possiamo proporre. Per questo motivo, - ha concluso Sala,- la riqualificazione deve essere a 360 gradi: urbanistica, ambientale, economica e soprattutto sociale, come nel caso del boschetto di Rogoredo. Siamo partiti dal disboscamento, per ostacolare l'attività di spaccio, e ora lavoreremo con le forze dell'ordine e le associazioni che lo vorranno per garantire la sicurezza dei cittadini e dare accoglienza e supporto a chi vive il dramma della dipendenza.
Davide Lorenzano