RISORSE PON METRO PER IL RECUPERO DI 81 CASE POPOLARI SFITTE

Saranno affisse delle targhe per segnalare gli stabili interessati dalle riqualificazioni

Case popolari recuperate con i fondi Pon Metro: verranno affisse lunedì 4 giugno le ultime targhe sulle facciate degli stabili in cui sono presenti alloggi ristrutturati con risorse del Piano europeo dedicato alle città metropolitane, in aggiunta a quelle comunali che finanziano il Piano sfitti con oltre cento milioni.

Arriva così a compimento il progetto che, con un contributo Pon Città metropolitane 2014-2020 di 2,148 milioni, ha visto il recupero di 81 alloggi, variamente distribuiti in città e già tutti riassegnati a nuclei familiari che ne hanno diritto. Per segnalare la fonte di finanziamento, lunedì prossimo verranno affisse le ultime sei targhe sulle mura frontali di altrettanti edifici, tutti in zona Niguarda e per la precisione tra le vie Hermada (recuperati due alloggi), Asturie (29 alloggi in due civici), De Pretis (14 alloggi), Del Tamigi (3 alloggi) e Demonte (1 alloggio).

La prima tranche di targhe era stata installata il 24 maggio sulle facciate di diversi civici di via Palmanova, mentre lunedì scorso è stata la volta della zona di Quarto Oggiaro, tra le vie Amoretti, Arsia, Boccioni, Capuana, Di Lorenzo, Satta e Zoagli.

Prosegue intanto la realizzazione dell’ampio programma di recupero di alloggi sfitti deciso dall’Amministrazione, che prevede 3mila riqualificazioni in tre anni: dall’aprile scorso a oggi, ovvero dall’entrata in funzione del ContaCase, il counter visibile sul sito del Comune di Milano, le case recuperate sono 92.